GANG BANG di Chuck Palaniuk

Titolo: Gang bang

Autore: Chuck Palaniuk

Editore:Mondadori

Pagine:210

Trama: Cassie Wright, regina leggendaria del porno, decide di chiudere in “bellezza” la sua carriera battendo il record mondiale di Gang Bang (quella particolare performance porno nella quale una gentile signora fa sesso con un numero spropositato di gentili signori) e di farne un film. Il suo obiettivo è quanto mai ambizioso: 600 uomini. Il libro si basa su quanto dicono, pensano e fanno Mr. 72, Mr. 137, e Mr. 600 che attendono il loro turno in una stanza assai affollata e rumorosa. Ma non vanno dimenticati alcuni elementi che rendono la storia ancora più forte. La pornoattrice ha in mente di morire durante le riprese del suo tentativo di record mondiale di modo che le successive polemiche portino a proibire ulteriori futuri tentativi di record, cosa che le garantirebbe di essere in eterno la detentrice del primato. L’immortalità è a portata di mano insomma. Inoltre la pornoattrice intende devolvere i proventi del film al figlio che aveva concepito sul set del suo primo film porno e che poi aveva abbandonato perché venisse adottato. E in effetti uno dei tre uomini su cui si basa la storia dice di essere il figlio di Cassie che cerca disperatamente di mettersi in contatto con la madre dopo che lei lo ha abbandonato da piccolo. Ma le cose stanno davvero così?

SQUALLORE E FONDOTINTA

L’autore che tra l’altro ha scritto anche Fight Club da cui è stato tratto l’omonimo film, ha veramente un macabro senso dell’humor, la storia è decisamente dedicata ad un pubblico adulto poiché viene descritto il rovescio della medaglia di un affollato set porno dove ogni attore, se mi è consentita l’espressione, tira l’acqua al suo mulino e non importa con quali e quanti colpi bassi, pur di emergere, pur di passare avanti ai “colleghi”.
Nel libro vengono descritti vari esempi di umanità disperata, chi con una carriera d’altro genere alle spalle, chi è al capolinea della carriera di attore porno; ma tutti hanno in comune un bagaglio di squallore e di disperazione troppo ingombrante perché non glielo si legga scritto in faccia nonostante gli strati di fondotinta spalmato da alcuni attori ossessivamente su tutto il corpo in attesa di sentir chiamare il proprio numero; già, proprio come al supermercato al banco dei salumi, un numero dopo l’altro però in ordine sparso, e con un solo minuto a disposizione di ognuno per lasciare la propria impronta nella storia del porno.
Tutto il libro è incentrato su pochi personaggi, gli attori numero. 72, 137, e 600 mentre attendono ognuno il proprio turno , la segretaria di produzione e la protagonista della performance porno Cassie Wright.
Il linguaggio del racconto è volutamente volgare per sottolineare il livello culturale dei personaggi descritti, anche i dialoghi tra i vari attori sono volutamente schietti e pesanti, per non parlare dell’eloquio della protagonista.
Nel complesso è un libro che svela alcune curiosità su attori del passato del cinema americano (non del settore porno) ma nel contempo toglie smalto al mondo del porno svelandone alcuni squallidi retroscena. Il finale è grottesco e per niente scontato. 

More from Roberta Pandolfi

MORTI SENZA NOME di Cristina Cattaneo

Editore Mondadori Collana Strade blu Pagine 204, brossura   Morti senza nome...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.