IL MATURO JONNY LANG

Il bambino prodigio di un tempo è diventato grande

JONNY LANG – SIGNS – MASCOT LABEL GROUP/PROVOGUE – 2017

Produzione: Jonny Lang, Drew Ramsey & Shannon Sanders

Titoli: 1) Make it move; 2) Snakes; 3) Last man standing; 4) Signs; 5) What you’re made of; 6) Bitter end; 7) Stronger together; 8) Into the light; 9) Bring me back home; 10) Wisdom; 11) Singing songs

 

Non fatevi ingannare dall’aspetto pulito, senza barba, o dall’impressione del bravo ragazzo contrapposta a quella di tante rockstar maledette per convinzione o per imposizione: Jonny Lang ha molto da offrire al più incallito rocker.

Esaurita da un pezzo ormai l’onda mediatica di quel ragazzo prodigio che esordiva 22 anni fa con Lie to me a soli 15 anni, Jonny Lang è ormai un uomo fatto anche musicalmente parlando.

Sempre presenti, e ci mancherebbe, le radici blues di un ragazzo cresciuto nelle fattorie del North Dakota, presenti anche un paio di episodi più abbordabile dal pubblico di massa, ma comunque molto ben costruiti ed eseguiti e che comunque non fanno gridare ad alcun tradimento: parlo soprattutto di Last man standing What you’re made of. Un rock un pò più puro e verace il primo, più furbetto il secondo.

Ma non mancano altri elementi di interesse: l’opener Make it move col suo sofferto cantato gospel, e una chitarra un pò acida e un pò “spezzettata” come ad infierire sul malcapitato al microfono (cioè sempre lui), la vivacità della title-track Signs col suo guitar solo che comunque evoca pesantemente Hendrix, per chi ama il genere la conclusiva Singing songs, lenta, triste, trascinata.

Ma soprattutto un sound sanguigno, rumoroso e distorto in vari passaggi, ma sempre avvincente, oltre ad una qualità dal punto di vista compositivo sempre medio-alta, e questo è ciò che conta… e pazienza se non è il solito ragazzaccio brutto, sporco e cattivo!

Alessandro Tozzi

Tags from the story
,
More from Alessandro Tozzi

IL ROCK MELODICO DEL MR. BIG FUNZIONA ANCORA

Pur mancando momenti epocali si fa ascoltare
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.