DOCTOR JACK UNA BAND SORPRENDENTE

Ho scoperto i Dottor Jack casualmente in birreria (la Virgin Rock Pub) a Firenze dopo una giornata di intenso lavoro d’aula e devo dire che è stata una piacevolissima sorpresa; un sound molto coinvolgente, la voce solista limpida energica e accattivante, i musicisti decisamente all’altezza del ruolo, anche il look decisamente interessante (camice bianco da medico e casacche verdi da infermieri) perchè anche l’occhio vuole la sua parte anche se in questo caso l’orecchio la fa da padrone.

Azzeccatissimo il brano d’apertura di serata american woman dei The Guess Who, adrenalinico e attualissimo seppure datato 1970, azzeccato perché l’effetto è stato quello pensato da Beethoven con l’apertura della sua famosa quinta sinfonia “fermi tutti, sono qui, ascoltatemi!” per poi proseguire la serata con cover rock anni ’70.

Da non tralasciare assolutamente il gruppo di supporters colorati e trasgressivi tra il pubblico e forse un po’ eccessivi ma perfetti così, trucco parrucco e mise rigorosamente anni ’70 con tanto di chitarre gonfiabili …. per un attimo è stato come ritrovarsi come supporters i cugini di campagna scatenati, ma in versione rock estremo, molto divertente.

Questa piacevole birreria a Firenze nei pressi di Santa Croce è stata la location perfetta per creare l’atmosfera giusta.  È proprio vero che la musica cura qualsiasi cosa specialmente se suonata d’impeto e con questa maestria. Ho passato una bella serata senza pensieri, solo la musica, capace di portarmi in un limbo di pace e rock and roll, sorseggiando un’ottima birra.

 

More from Roberta Pandolfi

LA STANZA DELLA MORTE di Jeffery Deaver

Titolo: La stanza della morte Autore: Jeffery Deaver Editore: Rizzoli Pagine: 592...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.