La notte è piccola per noi

Una commedia che vi spedirà dritti in balera!

DATA USCITA: 14 marzo 2019
GENERE: Commedia
ANNO: 2016
REGIA: Gianfrancesco Lazotti
ATTORI: Michela Andreozzi, Francesca Antonelli, Cristiana Capotondi, Riccardo De Filippis, Gegia, Tommaso Lazotti, Barbara Livi, Teresa Mannino, Lucrezia Paulis, Francesco Pizzuti, Francesca Reggiani, Ruben Rigillo, Rino Rodio, Andrea Sartoretti, Francesco Sisti, STAG, Elena Tchepeleva, Thony, Giselda Volodi
E CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DI: Alessandra Panaro e Philippe Leroy
PAESE: Italia
DURATA: 91 Min
DISTRIBUZIONE: Distribuzione Indipendente

Cristiana Capotondi

Vi è innanzitutto un paradosso, nell’uscita marzolina di un film come La notte è piccola per noi: possibile che una commedia simile, costruita intorno a un cast eclettico e non privo di nomi importanti, accattivante a livello di trama e personaggi, resa poi ancor più gradevole da riusciti momenti musicali, sia rimasta bloccata per circa tre anni? Mistero della fede. O meglio, misteri della distribuzione nostrana… alle cui negligenze tenta ogni tanto di porre rimedio una realtà come Distribuzione Indipendente, pronta a rimettere in circolo prodotti dalle notevoli potenzialità ma fino a quel momento poco considerati, anche in virtù della sempre maggiore omologazione che da noi regna nella circuitazione delle opere cinematografiche; persino quelle riconducibili a generi di successo come la commedia, stando all’ibernazione cui è andato incontro il corale lungometraggio diretto da Gianfrancesco Lazotti in modo fresco e spigliato.

Teresa Mannino nel ruolo di una delle professoresse

C’è da dire, d’altro canto, che La notte è piccola per noi è commedia un po’ diversa da quelle generalmente proposte da Distribuzione Indipendente: lo ha riconosciuto lo stesso Giovanni Costantino, alla Casa del Cinema, quando si è trattato di introdurre agli addetti ai lavori questa nuova acquisizione della sua società, così differente dalle commedie naif, irriverenti, trasgressive e fuori dagli schemi promosse in passato.
In effetti quella dello scrupoloso Gianfrancesco Lazotti è una drammaturgia di tutt’altro stampo, che sembra avere il grande Ettore Scola quale nume tutelare. Coralità. Approfondimento psicologico dei personaggi. Comicità dai toni amarognoli. Piccole storie che si intrecciano con naturalezza tra loro. Sono questi elementi a prevalere in una narrazione che, indubbiamente azzeccata l’ambientazione, ruota attorno alle atmosfere sospese nel tempo della Balera Romana: un luogo insospettabilmente vivace appartenente a quella tipologia di locali che credevamo relegata a stagioni ormai tramontate dell’intrattenimento popolare, ma che stando a quanto abbiamo scoperto esercita ancora oggi una forte attrattiva in soggetti anche molto diversi tra loro, per età e ceto sociale.

Thony

Ladri e carabinieri. Professoresse diffidenti in cerca di qualche momento di svago. Personaggi più o meno giovani a caccia di qualche misterioso appuntamento. Coppie anziane dai sentimenti più esplosivi di quelle giovani. Famigliole in libera uscita. Cantanti in cerca di riscatto. Ex mariti gelosi e fin troppo passionali. Camerieri quasi in età scolastica finiti lì per sbancare il lunario.
Una nutrita galleria di personaggi finisce così per dar vita alle storie ora buffe, ora tenere, ora caricaturali, che movimenteranno in tutti i modi possibili una stralunata notte capitolina. Alcuni segmenti narrativi pungono di più, altri appaiono destinati a restare in superficie. Ma l’eccentrico cast, idealmente capitanato dall’adorabile, burrascosa coppia formata dai due decani della comitiva, Alessandra Panaro e Philippe Leroy, ce la mette comunque tutta per rendere interessante ciascun personaggio. E il resto lo fa la musica. Un po’ grazie a Thony, la sorprendete cantante ed attrice lanciata alla grande da Virzì in Tutti i santi giorni. E un po’ per i “classici da balera” (ovvero i motivetti pop di varia provenienza, pescati nel repertorio della musica leggera italiana dagli anni ’60 ad oggi) magistralmente riarrangiati dagli STAG, la band che fa compagnia a Thony sul palco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *