Tecnologie per il potere

tecnologie
Come usare i social network in politica.

tecnologieTitolo: Tecnologie per il potere
Sottotitolo: Come usare i social network in politica
Autore: Giovanni Ziccardi
Argomenti: Diritto, Media e Nuove Tecnologie, Politica
Collana: Temi
Editore: Raffaello Cortina Editore
Formato: Libro
Pagine: 254
Pubblicazione: 2019
ISBN 9788832850710
Costo €16,00

 

Internet, così come lo conociamo, ha da poco compiuto 30 anni.

Da allora, molto si è evoluto: sia per quanto concerne la grafica e sia l’utilizzo che ogni singolo utente ne fa.

Naturalmente in internet si sono fatti largo anche i social network, che hanno permesso a più persone di viverne la quotidianità. Non è esclusa da questa quotidianità neppure la politica, che giorno dopo giorno, ha rosicchiato le nozioni base del social networking per portare a sè direttamente gli elettori, senza alcun intermediario (come lo sono ad esempio gli organi di stampa, radio e tv), molto spesso però sfociando in pratiche non del tutto corrette.

I social network trascinano a sè tutto, anche profili falsi e fake news che alimentano una informazione sempre più falsata e meno veritiera. E tutto ha un preciso scopo per alcune persone.

Giovanni Ziccardi, professore di Informatica giuridica all’Università di Milano e autore di questo libro, ne analizza per l’appunto l’utilizzo, seguendo anche casi eclatanti di politica e politici, internazionali ed italiani.

Un nome su tutti è il caso legato al Presidente degli Stati Uniti D’America, ossia Donald Trump, che vede intrecciare non solo politica ma anche altre forze internazionali; o come il caso delle famose mail di Hillary Clinton, pubblicate proprio per danneggiare la sua immagine durante la sua candidatura a Presidente degli Stati Uniti D’America.

Situazioni che hanno influenzato la popolazione nel loro voto, mutando la percezione della realtà, insinuando il falso e offrendo una distorta visione della società.

Anche in Italia non mancano casi simili, ma l’autore si sofferma anche sulla nascita dei movimenti popolari e di come sono stati alimentati; movimenti che hanno poi preso sempre più piede nell’ambito politico, portando dunque al potere una nuova “generazione” politica, la quale ha utilizzato (nel bene e nel male) proprio i social network.

Come dunque i social influenzano gli elettori? Come utilizzarli nel modo corretto? Come non cadere nella trappola di chi vuole estorcere informazioni per il proprio tornaconto?

Questo interessante volume, edito da Raffaello Cortina Editore, può aiutare gli elettori ad essere più consapevoli sul modo di utilizzare i social network per non cadere nella rete di chi tenta invece di rifilare falsità e mutare dunque il loro pensiero. Scritto in maniera chiara e piuttosto semplice, il volume è facile lettura e ideale anche per coloro che sono a digiuno di politica. Una visione che permetterà di “aprire” gli occhi e leggere le informazioni nel modo corretto, una lettura che senz’altro spinge il lettore ad approfondire le tematiche e a mettere in pratica quanto letto.

Un libro utile anche per i social media manager che vogliono approcciarsi in maniera consapevole e corretta all’uso dei social network in politica, per offrire una visione più obbiettiva possibile delle tematiche affrontate (senza dunque ricorrere a stratagemmi poco chiari e del tutto falsi).

Sicuramente un libro che può essere apprezzato anche da chi vuole “far da sè” e raggiungere i propri elettori: schiere di politici forse dovrebbero leggerlo per non inciampare clamorosamente e rovinare, magari con un semplice tweet, la propria immagine.

Internet non dimentica, a differenza della memoria umana (che molto spesso purtroppo) è labile nel campo storico-politico.

L’autore

Giovanni Ziccardi è professore di Informatica giuridica all’Università di Milano. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Internet, controllo e libertà (2015), L’odio online (2016) e Tecnologie per il potere (2019)

More from Sara Di Carlo

Titor is dead in tour

Con "Titor is Dead Tour" i Titor tornano a calcare i palcoscenici...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.