LA SEZIONE ACCADEMIE DI ALTAROMA 2019

Protagoniste del primo giorno di rassegna
Dal 4 al 7 luglio si è svolto a Roma il consueto appuntamento con l’alta moda e Altaroma. Un contenitore che ha visto protagonista e messo insieme ed in contatto fra loro addetti ai lavori, stampa e compratori. Come ogni edizione, Altaroma e Vogue Italia, in collaborazione, si propongono come sostegno di giovani designer della moda, promuovendo la loro attività imprenditoriale. Il primo giorno di apertura della manifestazione infatti è stato dedicato alle Accademie ed ai “final work”, i lavori di fine corso che ciascun allievo prepara  creando una sfilata di modelli studiati e realizzati da loro. La catwalk è stata invasa da meravigliosi abiti curati nei dettagli e dai tagli perfetti. Non è solo fashion, i capi stessi diventano veicolo di messaggi con contenuti altamente sociali. Talentuosi giovani portenti di cui l’industria della moda italiana ha necessità come ossigeno puro.
Le Accademie che hanno partecipato sono state:
Accademia delle belle arti Frosinone
Accademia delle belle arti Napoli
Accademia delle belle arti Roma
Accademia del Lusso di Roma e di Via Monteleone Milano
Accademia Italiana
Accademia Altieri
Accademia Koefia.
Troverete i video corrispondenti a ciascuna accademia sulla pagina ufficiale fb di Sulpalco.quindicinaleonline.https://www.facebook.com/sulpalco.quindicinaleonline/
Ogni accademia ha prodotto lavori eccellenti, con tantissimi modelli ciascuna. Il final work degli allievi dell’Accademia di belle arti di Napoli è stata espressione di genialità pura. Con la loro sfilata hanno suscitato stupore con un’esplosione di applausi: modelle e modelli diversi dai soliti standard e dai canoni  imposti dalla società moderna, ovvero  due bambine albine, delle donne curvy,  un uomo anziano ed uno con handicap fisici, indossando abiti lineari e candidi, realizzati con materiali di riciclo, con in mano una rosa rossa ed una telecamera legata su una gamba. Un messaggio  forte e chiaro, quasi uno schiaffo che non necessita spiegazione.
L’Accademia delle belle arti di Frosinone ha regalato un fashion show garbato, pulito elegante, con capi in alcuni casi costruiti ed in altri semplici e minimali.
L’Accademia delle belle Arti di Roma ci ha condotto nella prima parte della sfilata nel futuro con tessuti tecnici e tagli semplici, nella seconda parte nel passato, con grandi cappelli e abiti femminili che ricordavano gli anni 50 e la dolce vita.
L’Accademia del Lusso ha portato in scena un prodotto di standard altissimi, con accessori molto eccentrici che si facevano notare per la loro luminosità e particolarità.
Eleganza e ricercatezza per i bellissimi fashion shows della Accademia Italiana ed Altieri, quest’ultima  è una delle prestigiose scuole romane della moda. 
L’accademia Koefia invece ha sfilato nell’ultima giornata di Altaroma, domenica 7 luglio, con un progetto davvero unico: la collaborazione con l’ambasciata indonesiana a Roma, che ha donato agli studenti alcuni batik (tessuti tradizionali indonesiani realizzati e dipinti a mano) con cui hanno  creato 40 capi di una bellezza unica, sia per lo stile che per l’utilizzo di queste particolari stoffe, inserite in giacche, spolverini, abiti, pantaloni, maxi gonne, camicie, cappotti, piumini, con un risultato finale stupefacente. L’accademia Koefia è stata poi invitata ad esporre i capi mercoledì 10 luglio nella sede dell’ambasciata di Indonesia, durante una cerimonia per i festeggiamenti dei 70 anni, coniugando quindi un binomio vincente unico scuola-Ambasciata  e rafforzando il legame con culture diverse dalla nostra. Noi di Sulpalco.it eravamo presenti ed abbiamo goduto di una serata piacevole all’insegna del bello e dello scambio culturale, durante il quale l’ambasciatrice ed il direttore della scuola si sono omaggiati vicendevolmente con doni simbolici. È stata offerta poi una cena di Gala con i piatti tipici indonesiani. Il video della serata è disponibile sulla nostra pagina ufficiale fb.
La moda ed i giovani sono un accordo vincente, in quanto loro stessi generano tendenze. Vedere sviluppate le loro idee in passarella regala sempre emozione e speranza per il futuro, in merito a questo come ogni edizione Altaroma e Vogue Italia, in collaborazione, promuovono un contest “Who is the on next?” dove il vincitore già imprenditore e designer nella moda con il proprio brand, riceve un premio in denaro per far crescere ancor più la propria azienda. I finalisti sono stati cinque ed a vincere è stato Federico Cina, decretato da una giuria di addetti ai lavori. Posso dire personalmente che i suoi modelli mi sono piaciuti tantissimo come stile, eleganza e mood ricordandomi per certi versi e tratti la mano del grande Gianni Versace.
Marzia Bortolotti
Photo credits Giovanni Trinchese
More from Redazione Sul Palco

FACCIAMO CONOSCENZA CON MRS MYSTIQUE

Il prossimo 26 ottobre a Rovigo
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.