ALLA SCOPERTA DEI CAPI DI CATERINA MORO

Anche la designer romana presente ad Altaroma 2019

Ho avuto il piacere di incontrare Caterina Moro durante lo showcase di Altaroma. Nel visitare i vari stand espositivi sono stata colpita dal romanticissimo mood della sua collezione. I capi leggeri ed eterei raccontano una storia che mi è stata illustrata dalla stessa stilista : ricordi di vacanze estive da bambina con sua mamma in montagna, quando sedeva all’aperto a disegnare ed era contornata da i colori vividi della natura, colori che ha cercato di far tornare a vivere su i capi. Azzurro come il cielo al mattino al risveglio, il bianco soffice delle nuvole, insieme a fantasie di fiori, il giallo delle margherite e delicati malva. La sua collezione ha sfilato insieme ad altri stilisti nel “Rome is my runway #1” fashion hub.
Caterina Moro, designer romana con una laurea in Musicologia e Beni musicali e un Master in Haute Couture, si affaccia al mondo della moda nel 2015. La prima Capsule demi-couture, presentata durante la Fashion Graduate Italia del 2017, segna l’esordio del brand, caratterizzato da ricerca sartoriale e approccio sperimentale nei tessuti e nelle lavorazioni.
Nobilitare gli outfit di tutti i giorni è il concetto della collezione d’esordio di Caterina Moro. Plissé per il tessuto street per eccellenza, il denim, e l’organza per l’intramontabile trench. La stilista vuole portare una componente sartoriale e poetica al quotidiano, riscoprendo la preziosità del vestirsi nel dettaglio. Le lavorazioni sono innovative, ma in modo intimo, ricercato e personale. Caterina Moro non è couture, non è industria: è uno spazio personale tra i due concetti, una visione indipendente e privilegiata del vestire femminile.
Marzia Bortolotti
Tags from the story
,
More from Redazione Sul Palco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.