THE SALT & PEPPER BAND

Un viaggio musicale
La band nasce nel maggio del 2014 per la passione dei sei musicisti che la compongono e che si ritrovano dopo varie esperienze vissute in altri gruppi nell’arco degli anni.
All’inizio la passione per la fusion e il groove americano di alcuni fra loro, guida lo stile che si delinea subito all’interno della band. Il bassista che vanta collaborazioni con grossi nomi del jazz e del blues da vita ad una linea musicale alla quale i componenti del gruppo si allineano immediatamente creando uno stile molto personale pur riprendendo i temi dei grandi standard jazz o latin jazz o blues.
Da qualche mese però all’interno della band avviene una svolta e precisamente quando entra a far parte dell’organico la cantante. Una voce stupenda che ricorda molto il soul nero e le armonie ovattate dei locali newyorkesi dove una voce sensuale e allo stesso potente come la sua la fa da padrona.
E’ a questo punto che la band cresce di qualità apportando nel repertorio musiche del panorama internazionale alternando brani di chiaro stampo jazzistico e blues a brani pop-rock fino a melodie di artisti italiani quali Mina, Pino Daniele, Battisti e altri.
La musica che ne esce è una musica che trascina il pubblico sia per la qualità esecutiva ma soprattutto perché conosciuta e sentita e quindi entrata a far parte del nostro bagaglio culturale. Brani che hanno fatto la storia della musica e che al solo accenno riaprono tra il pubblico ricordi incancellabili di vita vissuta.
La band ora è composta da Sara Padovani alla voce, perno attorno al quale ruotano con grande semplicità un chitarrista eclettico quale Michele Pugiotto che si rifà alle sonorità di artisti del calibro di Pat Metheny e Mike Stern. Roberto Pugiotto, bassista di provata esperienza sul campo e con partecipazioni in importanti manifestazioni jazzistiche e non, Marco Monesi un sassofonista giovane di esperienza ma che fa trasparire la sua creatività guidata da un cuore grande e dalla passione per la musica. Un giovane talento quale Mattia Falconi il pianista che la sua umiltà e voglia di suonare rende grande, un batterista di grande esperienza come Dario Fortin, che la sua continua voglia di sperimentare nuovi arrangiamenti lo porta ad essere riferimento importante nelle dinamiche del gruppo e ultimo ma non ultimo Stefano Padoan alle percussioni, un musicista allievo del famoso percussionista portoricano Ray Mantilla, spinto da una passione forte e determinata che mette a disposizione un talento coltivato da tempo e una tecnica posseduta per lungo esercizio.
Insomma una band mista e variegata dove la passione per la musica e l’amicizia profonda creano un risultato piacevole all’ascolto e alla voglia di divertirsi.
Marzia Bortolotti 
More from Redazione Sul Palco

IL POST DI BIANCA NEVIUS

Come visualizzare 40mila reazioni in poche ore
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.