QUANDO HAI IL PIANO… ACCERTATI CHE SIA QUELLO GIUSTO

Divertente weekend al Teatro L'Aura

QUANDO HAI IL PIANO… ACCERTATI CHE SIA QUELLO GIUSTO

Una commedia di Luca Giacomozzi

Produzione di Andrea Leone

Regia di Enrico Maria Falconi

Aiuto regia Maria Luce Pittalis

Scenografia di Luca Garramone

Con Martina Valentini Marinaz e Stefano Scaramuzzino

Dal 5 all’8 dicembre 2019 – da giovedì al sabato ore 21, domenica ore 18

 

Intro: Una stanza d’albergo, due intime domande, timide scelte, hardite o d’escorta, una risposta. Un tempo sospeso, rarefatto, un limbo, la sensazione di una provvisorietà destinata a rimanere tale. Errori apparenti, strade nascoste che si rivelano illuminate, scioglimenti di nodi karmici. Luca Giacomozzi ci racconta la parabola dell’attuale società umana attraverso una delicata e allegra commedia degli equivoci, inevitabile e semplice come solo le cose importanti sanno essere. Una giornata senza pretese, come ci ricorda Vinicio Capossela, in cui “stiamo qua, abbracciati, ad aspettare la sera”.

Roma, Teatro L’Aura, 8 dicembre 2019 – Piani sbagliati, di vita, chi non li ha fatti, chi non li ha subiti, chi non vi ha ceduto, per carenza di coraggio, autostima, speranza. Dino infatti li subisce, viene subissato da improvvide strategie altrui, l’ultima lo ha condotto lì, in quella stanza d’hotel, come in un rito d’iniziazione adolescenziale, spinto per l’ennesima volta a non mostrarsi uomo. Leila ha un figlio, è sempre alla ricerca di metodi per non fargli mancare nulla, ma a lei chi pensa? Cede ad un annuncio che le promette soldi facili e, forse, una concessione alla propria vanità ma, per fortuna di tutti, sbaglia piano due volte, sia come progetto sia come “floor” dell’albergo.

“Due solitudini si avvolgono, due corpi estranei s’intrecciano, duemila esitazioni sbocciano, stai con me!” Così cantavano i Subsonica nella loro “Dentro i miei vuoti”. “Non te ne andare! – Ripete Dino a Leila – Ti prego non te ne andare!”. E lei resta, non è quello che cerca, non sa, in fondo quello che cerca, ma sa, come Dino, chi cerca, se stessa.

Dall’incontro fortuito nascono equivoci, sospetti, ritrosie, concessioni, accettazioni, rivelazioni, Svetlane rumorose, obiettivi poco a fuoco, un crescendo di divertimento e consapevolezza che, mettendoli a nudo, concederà ai protagonisti quella rottura di schemi precostituiti, la liberazione dalle loro gabbie auto inflitte che regalerà loro la meritata serenità.

Uno spettacolo impreziosito dalla bella interpretazione di Martina Valentini Marinaz e Stefano Scaramuzzino.  Sembrerebbero dirci di stare tranquilli, che se non fossimo ancora riusciti a trovare noi stessi, un giorno, da noi stessi, verremo trovati!

Enrico Vulpiani

 

More from Redazione Sul Palco

ALICE MOON AL BRUTIUM

La magia di Halloween in una veste particolare
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.