The Full Monty, il musical

thefullmonty
Arriva a Roma il divertentissimo musical

thefullmonty

Al Teatro Sistina di Roma tornano in scena gli scatenati “spogliarellisti” di The Full Monty, il musical tratto dall’omonimo film della Fox Searchlight Pictures, scritto da Simon Beaufoy, prodotto da Uberto Pasolini e diretto da Peter Cattaneo, riproposto in chiave teatrale da Terence McNally (libretto) e David Yazbeck (musica e liriche), con la regia e l’adattamento italiano di Massimo Romeo Piparo e la produzione di PeepArrow Entertainment.

Uno spettacolo che giunge a Roma con un successo già consolidato, grazie ai 70 mila spettatori che fino ad ora hanno potuto vedere il musical in poco più di tre mesi di repliche, per uno spettacolo rinnovato sia nella forma che nel cast.

Sono trascorsi esattamente venti anni dalla prima messa in scena a Broadway ma The Full Monty è ancora uno spettacolo molto attuale per via delle sue tematiche incentrate sulla disoccupazione e la perdita del lavoro, ma ciò non fermerà i protagonisti nel risollevarsi ed inventarsi di nuovo, tracciando così un nuovo percorso di vita. Una esortazione dunque a “combattere” per non lasciarsi travolgere dagli eventi, bensì nell’affrontare la situazione e mutare, cambiare e rinnovarsi per non soccombere. Naturalmente, la chiave di successo di questo spettacolo è dovuta inoltre alla scrittura divertente e a qualche piccolo ingrediente “hot” presente in alcune scene che scateneranno il pubblico, conducendolo verso un finale entusiasmante e coinvolgente.

Il cast è stato in gran parte rinnovato, riuscendo comunque a creare un team molto affiatato che contagia il pubblico ad ogni esibizione, estasiandolo. Nel cast interpreteranno gli improvvisati spogliarellisti Paolo Conticini, Luca Ward, Gianni Fantoni (già protagonista dell’edizione del 2013), Jonis Bascir e Nicolas Vaporidis, quest’ultimo al suo debutto nel mondo del musical. Assieme ai protagonisti vi sono oltre 30 artisti sul palcoscenico, tra cui Sebastiano Vinci, Laura Di Mauro, Elisabetta Tulli e Valentina Gullace, i giovanissimi Christian Roberto e Tancredi Di Marco (cresciuti nella “scuderia” del Sistina e già protagonisti dell’indimenticabile Billy Elliot) e infine la partecipazione di Paila Pavese.

L’adattamento, a cura di Massimo Romeo Piparo, sposta l’ambientazione della storia a Torino, dove i protagonisti Giorgio, Aldo, Davide, “Cavallo”, Marcello e Davide, disoccupati a causa della chiusura della loro fabbrica, decidono di sbarcare il lunario improvvisandosi spogliarellisti.

Una storia di straordinario riscatto sociale che invita chiunque si trovi in difficoltà a non abbattersi, bensì nel rimboccarsi le maniche, con coraggio e fiducia, con inconscienza e una inarrestabile intraprendenza, tornando a credere in se stessi, cercando una via alternativa per riuscire a risollevarsi. Una storia che evidenzia inoltre il senso di amicizia e solidarietà, ingredienti fondamentali per poter ricominciare da capo.

I protagonisti, durante la conferenza stampa di presentazione, hanno raccontato di alcune loro difficoltà in passato: chi si è riciclato come camionista, chi come imbianchino e facchino; chi invece ha sfruttato i propri studi durante le lunghe pause di lavoro per creare altro e chi invece ha deciso di studiare ed imparare un nuovo mestiere che potesse però aggirarsi sempre nel mondo dello spettacolo. Con grande umiltà e una fortissima tenacia, anche loro sono riusciti nell’intento di tornare a calcare il palcoscenico e pian piano crearsi anche un eventuale piano b da utilizzare nel momento in cui la vita possa di nuovo sorprenderli.

Lo spettacolo si fregia di una colonna musicale molto coinvolgente, eseguita da una orchesta dal vivo ogni sera durante la messa in scena al Teatro Sistina, diretta dal Maestro Emanule Friello con un ensamble di musicisti. Le scenografie sono curate da Teresa Caruso, mentre i costumi sono realizzati da Cecilia Betona. Le coreografie sono a cura di Roberto Croce, le luci di Umile Vainieri ed il suono è curato da Davide Zezza.

Lo spettacolo andrà in scena al Teatro Sistina fino all’8 Marzo, per poi spostarsi a Bari, Brindisi, Messina e Catania.

More from Sara Di Carlo

Le nuove mostre del Museo Macro

Vasco Bendini e Foto di Gruppo.
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.