Fantasy Island

Dalla tv al cinema; un passaggio nient'affatto indolore

Più che un adattamento cinematografico in chiave horror dell’omonima serie tv creata da Gene Levitt, Fantasilandia, trasmessa tra la fine degli anni Settanta e i primi anni Ottanta, Fantasy Island può piuttosto considerarsi una sua sorta di prequel, in cui scopriamo le origini della magica/diabolica isola.

Se infatti nel citato telefilm Fantasilandia era un’isola “benevola” (seppur con un lato dark appena accennato), sulla quale gli ospiti potevano realizzare i loro sogni grazie a situazioni create ad hoc dai ‘padroni di casa’, il signor Roarke e il nano Tatoo (gli inimitabili Ricardo Montalban e Hervé Villechaize), con l’ausilio di attori, per arrivare a capire di preferire invece la loro realtà, qui l’atmosfera si tinge a forti tinte di giallo e di nero; il padrone di casa è infatti un enigmatico Mr. Roarke, interpretato dal pur bravo (ma il confronto con il predecessore non ha storia) Michael Peña, che si dimostra sì capace di realizzare i sogni segreti dei suoi fortunati ospiti… ma stavolta le fantasie si trasformano ben presto in incubi horror. E allora gli ospiti dovranno risolvere il mistero dell’isola per riuscire a fuggire e salvare la propria vita. Sarà il finale a lasciar uno spiraglio aperto ad un sequel… che potrebbe (forse) riprendere la Fantasilandia originaria.

Il regista Jeff Wadlow, già autore nel 2018 del truculento Obbligo o verità, omaggia a suo modo una serie di culto degli anni Ottanta, esasperandone però il lato dark e virando decisamente sulla variante thriller/horror; così, se gli appassionati della serie a cui il film fa riferimento troveranno in esso battute e situazioni familiari, Fantasy Island segue però un percorso tutto suo, con un plot macchinoso ed intrigante, dove le forze oscure dell’isola si confondono con quelle dell’animo umano, ma che lascia purtuttavia spazio all’ironia e ad un finale (forse) aperto…

Michela Aloisi

Tags from the story
,
More from Redazione Sul Palco

QUANDO I COLORI DELL’ARTE DETTANO LEGGE SULLA MODA

E' quanto accaduto al Runway Show a Milano
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.