Ecchime qua di Maurizio Mattioli, con la partecipazione straordinaria di Francesca Ceci

Maurizio Mattioli e Francesca Ceci sono al Salone Margherita con Ecchime qua, spassoso invito a riappriopriarsi dell'identità romana verace

DAL 28 FEBBRAIO AL 22 MARZO 2020
MAURIZIO MATTIOLI
in ECCHIME QUA

con la partecipazione straordinaria di Francesca Ceci

di Maurizio Mattioli, Fabrizio Nardi, Nico Di Renzo, Stefano Fabrizio e Nazzareno Mattei

Musiche di Alberto Laurenti

“ Ecchime qua’ ” è il nuovo spettacolo teatrale di Maurizio Mattioli prodotto dalla etrA Management.

INTRO: Lo spettacolo rappresenta per l’attore romano un po’ il ritorno alle sue origini: Mattioli accoglie il pubblico in teatro come se fosse nel salotto di casa sua, quasi a voler premiare un rapporto consolidato negli anni.

Ecchime qua è un viaggio che arriva al cuore autentico della romanità, nel segno dell’allegria e dell’ironia. Accolti dall’atmosfera liberty del Salone Margherita, gli spettatori si accomodano tra tavolini da caffè e divanetti di velluto che ricordano eleganti treni di altri tempi. E partono dal centro della capitale per visitare luoghi, sensazioni e personaggi della vera anima romana. Un percorso prezioso guidato dalla fresca comicità di Maurizio Mattioli e Francesca Ceci, entrambi a proprio agio su questo palcoscenico che li conosce bene, dai tempi della compagnia Il Bagaglino, lui e del Marchese del Grillo con Pippo Franco, lei.
Mattioli tra cinema e televisione ha interpretato oltre cento personaggi, il più recente nel film A mano disarmata (2019) come antagonista della giornalista antimafia Federica Angeli, ma a teatro può finalmente guardare il suo pubblico negli occhi e stabilire una comunicazione confidenziale. Così, sfonda la quarta parete ed invita gli spettatori ad entrare nel proprio salotto, tra una coppa, un pallone da calcio e un cartello con la scritta Attenti al cane. Poi, apre il cuore agli spettatori per raccontarsi con brio e autoironia, snocciolando esperienze, pensieri e compagni di vita, compreso l’amico Franco Califano (“che ha pagato più di quello che doveva pagare, lo dico perchè si sappia in giro”) a cui dedica un suggestivo omaggio canoro. Una dopo l’altra, srotola la pergamena delle gag e delle canzoni che gli sono più care, citando i famosi e i famigerati da Garibaldi a Trump e non dimenticando le fotografie che lo ritraggono in compagnia di due Bruni, quello della Roma (Conti) e quello della Lazio (Giordano). Senza paura di niente (“in borgata non si può dire che si ha paura perché si diventa un essere inferiore”), né di prendere in giro la morte immaginando funerale e lapide, né di ricordare i tempi andati (divertentissimi i racconti della vecchia Fiat 500 e della motocicletta Kawasaki).
L’altra metà del cielo di Ecchime qua è Francesca Ceci, che tiene testa a Mattioli con straordinaria versatilità ed energia. Attrice talentuosa, recentemente ha anche moltiplicato le apparizioni televisive passando da All together now su Canale 5 a Quel che passa il convento su TV2000. Ma ha sempre dichiarato di amare soprattutto il teatro e qui interpreta una galleria di personaggi che non mancano di mettere in luce le sue abilità di trasformista e di cantante: la maestra di scuola, la colf stonata, la badante, l’amante. Più una fantastica Eva del paradiso terrestre che parla in romanesco e duetta con il diavolo/Maurizio Mattioli.
Applauditissima la prima dello spettacolo, che ha visto anche la presenza tra il pubblico di Gino Landi e di Pier Francesco Pingitore. Ecchime qua è in scena al Salone Margherita fino al 22 Marzo.

Lucilla Colonna

More from Redazione Sul Palco

Clouds dei Clan Echo

Clouds è il nuovo singolo del duo Clan Echo.
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.