L’ultima strega

La storia di Anna Goeldi raccontata in un musical appassionante

Youtube, 27 aprile 2020
L’ultima strega
Regia: Andrea Palotto
Musica: Marco Spatuzzi
Con: Valeria Moretti, Cristian Ruiz, Alessandro Tirocchi, Maurizio Paniconi, Simone Colombari, Lorenzo Gioielli, Mikol Barletta, Giulio Corso.

Una storia misconosciuta, quella di Anna Goeldi, decapitata nel 1782 a Glarona, ultima donna in Europa ad essere condannata a morte per stregoneria. Storia che il talentuoso autore e regista Andrea Palotto, che aveva precedentemente portato in scena con successo lo splendido musical Lady Oscar, insieme al compositore Marco Spatuzzi, autore delle musiche originali, ha riscritto per il teatro, regalandoci un musical maestoso e coinvolgente, con alcune pennellate di comicità ben dipinte dal duo Tirocchi-Paniconi.

Nei giorni scorsi su Youtube è stata trasmessa in diretta live la registrazione dello spettacolo del 2016 al teatro Brancaccio; sebbene non sia facile riportare su schermo le emozioni che solo un teatro può suscitare, avendo personalmente assistito allora alla rappresentazione on stage ho apprezzato particolarmente la possibilità di riviverle oggi, anche per non perdere il contatto con quella che è una parte fondamentale della nostra cultura: il teatro, appunto.

Anna Geoldie, presunta strega, è superbamente interpretata da Valeria Monetti; al suo fianco, come antagonista, il bravissimo Cristian Ruiz, che con Palotto aveva già lavorato appunto in Lady Oscar. La storia, introdotta con un astuto escamotage, permane in equilibrio perfetto tra passato e presente, a mostrare come la caccia alla strega, seppur sotto forma diversa, in realtà, non sia mai finita.

Alessandro Tirocchi e Maurizio Paniconi, attori, speaker radiofonici e consolidato duo comico, sono qui due giornalisti che in redazione, la sera di Natale, ricevono in regalo un libro speciale: la storia dell’ultima strega. Inizia così il loro viaggio alla ricerca della verità, in un andare e venire incessante tra passato e presente, tra dramma e comicità. Catapultati nella Glarona di quegli anni, incontrano e ci presentano gli ‘attori’ della vera storia della Goelde; dalla stessa Anna, donna emancipata ed indipendente, al buon panettiere Leopold, dall’inflessibile medico-giudice Tschudi (il bravissimo Ruiz) all’algido padre Mottini, dal candido Lucas alla giovane Sara, che avrà un ruolo fondamentale nella vita e nella storia di Anna. Spettatori esterni ma al contempo personaggi della storia, Tirocchi e Paniconi, nel mostrare il susseguirsi degli eventi, si interrogano sul sospetto e la diffidenza che portano all’esclusione e finanche alla persecuzione del diverso, ponendo questioni di medievale memoria a tutt’oggi attuali. L’ultima strega risulta così essere una storia senza tempo, un viaggio nell’anima e nella coscienza di ciascuno di noi.

Dal punto di vista squisitamente tecnico, Palotto ha portato in scena uno spettacolo perfetto, dalla scenografia polifunzionale ai sapienti effetti luce, dalle musiche appassionanti ai costumi curati; il musical si fonde perfettamente con il dramma teatrale, mentre il cast eccellente si incastra sul palco in una rara sintonia, dando vita ad un’opera che diverte e commuove, che coinvolge e fa pensare, incantando il suo pubblico.

Michela Aloisi

More from Redazione Sul Palco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.