CRAZY PETS, LA MODA DEI PARAORECCHIE PER CANI

Come trasformare un capriccio artistico in un'attività
Chi possiede un cane sa cosa significa occuparsi di lui non solo dal punto di vista alimentare e medico, ma  la cura dello stesso è rivolta a 360 gradi su tutto il suo universo.
Oltre ad essere ben nutriti ed accuditi da super veterinari i nostri amori pelosi sono seguiti anche dal punto di vista dello stile e del fashion mentre li portiamo a spasso. In questo periodo dell’anno ahimè, ovunque si cammini, in un parco, in un aiuola pubblica, è costellato di antipaticissimi ed ancor più pericolosi “forasacchi”. Sono delle spighe selvatiche che sgranandosi quando sono secche, generano punte con in cima una sorta di ago, che se si insinuano nelle orecchie, nelle zampe, nel naso, del povero cagnolino camminano senza ritorno fino a raggiungere organi vitali, ed in alcuni casi se non si interviene tempestivamente con l’ausilio del veterinario può portare persino alla morte.
Nascono così per proteggere le orecchie dei pelosi, i “Copriorecchie” che hanno la funzione di tenerle ben chiuse in una specie di anello/foulard che rende l’accesso ai malefici forasacchi impossibile. Questi paraorecchie sono oltretutto molto carini, molto colorati e divertenti, e sono una vera chicca trendy per tutti i cinofili, bisogna necessariamente averne più di uno. Freschi e leggeri d’estate, caldi ed impermeabili d’inverno, contro la pioggia, fango e vento.
Ho conosciuto una vera amante di questo accessorio che ne ha fatto un lavoro. Si chiama Daniela Mura e mi ha raccontato come è nata questa passione ed hobby che si è trasformata in una vera e propria attività.
“La Crazy Pets nasce dalla mia ispirazione  nell’aprile del 2019, all’inizio la produzione era concentrata a confezionare paraorecchie. Io ho un Cocker, e lo utilizzo spesso, pian piano ho  iniziato a produrre anche bandane , papillon, ma sentivo che mancava qualcosa  ed ho  deciso di abbinare pochette, zainetto, fasce per i capelli, elastici per noi umani. 
Il nostro fedele amico è  parte integrante della famiglia accudendolo come un figlio, penso quindi che abbinare gli accessori del cane ai nostri sia un rafforzatore del rapporto tra pelosetto e proprietario, anche se io preferisco utilizzare il termine mamma e figlio.
I tessuti che scelgo sono acquistati presso dei famosi siti ,vengono prima bagnati in modo tale che il tessuto non si restringa successivamente,  e poi confezionati. Di solito mi piace scegliere il tessuto insieme al cliente, in base al colore del cane , durante la primavera/estate utilizzo dei  cotoni leggeri , mentre durante le stagioni più fredde tessuto impermeabile e pile . 
Di questa mia attività la parte che preferisco è coccolare i miei clienti; infatti quando  ricevono il pacchetto trovano sempre un mio pensiero scritto a mano dedicato al loro cane. È meraviglioso ed appagante la soddisfazione di ricevere complimenti.
Sono sempre in fase di evoluzione e di perfezionamento, sto lavorando infatti ad altri accessori che possono essere usati anche per altre razze di cani. “
Reportage di Sophie Sapphire 
Marzia Bortolotti
More from Redazione Sul Palco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.