COMPLEANNO BURLESQUE… IN CONDOMINIO!

L'insolita festa di Sophie Sapphire

Solo l’intraprendenza di Sophie Sapphire poteva partorire un evento burlesque in un… cortile condominiale!

Si, avete letto giusto, l’artista si è regalata un compleanno festeggiato sotto casa, con una serie di ospiti e colleghe di burlesque, allietando anche spettatori occasionali di passaggio.

Senza alcun preambolo è proprio lei, in compagnia di Ann da Loos e Lune du Nil, ad aprire la serata con Sing sing sing in cui le tre donzelle bisticciano litigandosi un pò di tutto, perfino le pulizie di casa… mostrando come si può essere sexy anche con uno scopettone in mano.

Solo dopo questo numero fa il suo ingresso sul “palco” (doverose le virgolette) Otto Passerotto, conduttore della serata con la consueta ironia, introducendo in modo divertente quel che si andrà a vedere fino a presentare Pepper Rose, volto noto anche televisivo ammirato a Miss Burlesque su Zelig Tv, con la sua Caramella… un’apoteosi di dolcezza!

A questo punto Otto Passerotto viene raggiunto in scena da Sophie Sapphire e viene “rivelato” il motivo per cui siamo qui: il compleanno della stessa Sophie; i due si sfottono un pò come solo loro sanno fare e introducono le Stelline di Lune du Nil, allieve degne della propria insegnante di danza latina e sportiva, che le segue e le dirige da dietro le quinte per poi esibirsi lei stessa, dimostrando che quando è buono il maestro l’allievo non può che esserlo a sua volta.

Tutto avviene con sensualità che non trascende mai in volgarità, neanche quando poi è il turno della guest star della serata, un’artista un pò insolita, Monique de Torbel, una delle drag più conosciute nell’ambiente romano, che non sfigura affatto in mezzo a tanta femminilità. Interessante la sua trasformazione per andare in scena, per chi ha potuto osservarla uno spettacolo nello spettacolo!

A seguire la vincitrice dei Burlypicks italiano e americano, Rossa Di Sera, che ripropone proprio il suo pezzo vincente, l’interpretazione dell’immortale Marilyn Monroe, trasformandosi anch’essa in modo incredibile, dalla testa ai piedi.

Tra un numero e l’altro Otto Passerotto e Sophie Sapphire giocano, trastullano e si trastullano con gag di vario tipo, ed è la volta poi di Lily Linetti, una grande quantità di festival sulle spalle, nel ruolo di Jessica Rabbit, che il pubblico più maturo ben ricorda come oggetto del desiderio del famoso Roger, numero presentato per la prima volta al That’s Amore Burlesque Festival Rome.

Viene ricordato il nostro giornale, spesso presente in serate di questo genere, e la Casa di Abraham, meritevole associazione operante a Treviso, che accoglie disagiati e li reintegra offrendo loro pasti caldi e lavoretti socialmente utili, comprese le mascherine con cui ci stiamo abituando a convivere dell’era del Covid. Il contributo alla causa della stessa Sophie Sapphire, di Otto Passerotto e di chiunque abbia gentilmente offerto qualcosa, servirà a tenere viva questa lodevole attività.

E’ il turno dunque di Ann da Loos da Granada, grande ballerina e fotomodella, coproducer proprio in partnership con Sophie Sapphire del That’s Amore Burlesque Festival Rome, giunto lo scorso gennaio alla sua seconda edizione, giusto in tempo prima del lockdown. Intrigante il suo numero e il suo costume di scena “alla frutta”, ma solo nell’aspetto e non certo nel suo valore!

A questo punto Otto Passerotto rientra in scena con un mazzo di fiori, aspetta la sua bella che si fa un pò desiderare ma poi arriva: manco a dirlo, è proprio lei, Sophie Sapphire. I due si fanno qualche moina, si coccolano un pò durante il Mambo da lei pregevolmente eseguito, finchè la serata finisce in gloria con torta e prosecco per tutti.

Immaginiamo che il condominio ricorderà con piacere questa serata anomala che ha interrotto la sua quiete in una rovente serata di luglio. Va bene anche questa per tornare a vivere da artisti, complimenti a tutti, sia per il risultato che per il coraggio di averlo fatto, in primis alla mente dell’operazione Sophie Sapphire, e ci uniamo al coro degli auguri di buon compleanno.

Giancarlo Marmitta

More from Redazione Sul Palco

LE CREAZIONI DI MARTA JANE ALESIANI

Giallo e arancio i suoi colori distintivi
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.