THE LOOP di Ben Oliver

TITOLO The Loop

AUTORE Ben Oliver

EDITORE Rizzoli

PAGINE 383

DATA DI USCITA 19 Maggio 2020

 

TRAMAIl Loop è una prigione perfetta, gestita da Happy, l’intelligenza artificiale che si occupa di ogni aspetto della vita dei detenuti. Nel Loop ogni giorno è uguale al precedente. Ogni giorno è un tormento. Ma qualcosa comincia a cambiare. Circolano voci di una guerra. Strane cose accadono ai prigionieri. E la guardiana, l’unica che gli abbia mai dimostrato un minimo di umanità da quando è stato imprigionato, gli consegna un messaggio: Luka, devi fuggire… Ora Luka deve decidere se evadere dal Loop è davvero la sua unica possibilità di sopravvivenza, e soprattutto deve trovare un modo per salvare le persone che ama, dentro e fuori la prigione. Ma ben presto scopre che all’esterno la vita è di gran lunga più terrificante di quanto avesse mai potuto immaginare. E se vuole salvare coloro a cui tiene, Luka deve scoprire chi è il responsabile del caos in cui è sprofondato il mondo intorno a lui.

 

Premetto che questo è il primo libro di una trilogia, che promette bene basta che non si guasti nel crescere.

La storia si svolge in una futuristica prigione per adolescenti, che più che una semplice prigione sembra un lager, ci sono regole ferree che scandiscono i tempi di reclusione, ci sono punizioni dure per chi infrange le regole, c’è un “fine pena” che si tramuta in un’altra pena in un carcere per adulti con regole ancora più dure e imprescindibili, e comunque a fine pena è prevista la pena di morte; esiste un modo per posporre la data di esecuzione della pena capitale, se si sceglie di diventare una cavia per esperimenti scientifici e medici.  atti ad evolvere la razza eletta.

L’ambientazione è cupa, in quasi totale assenza di colori e calore umano; i personaggi sono ben delineati soprattutto sotto l’aspetto psicologico.

L’atmosfera che si respira in questo romanzo è surreale come quella della guerra dei mondi dove le macchine cercano di prendere il sopravvento sulla razza umana.

Il ritmo è incalzante, non ci sono momenti di stallo, accade sempre qualcosa di assurdo che ribalta la situazione precedente in un crescendo di situazioni sempre più assurde e irreali e apparentemente senza via di scampo.

Tutto ha inizio quando uno di questi condannati, ingiustamente imprigionato nel Loop (Luka Kane il protagonista) inizia a sentire udire voci esterne che parlano di una guerra in atto.

La situazione comincia a prendere una brutta piega quando l’intelligenza artificiale che gestisce il Loop prende il controllo del mondo esterno, a questo punto Luka realizza che l’evasione dal Loop potrebbe essere la sua unica possibilità di sopravvivere, e qui comincia l’avventura del protagonista e dei suoi compagni di sventura che fuori dalla prigione trovano un mondo devastato e irriconoscibile ad opera delle intelligenze artificiali che mirano ad ottenere il controllo globale e ad annientare ogni forma di vita.

Il finale è aperto e ambiguo, non resta che attendere il capitolo due di questa avventura.

 

More from Roberta Pandolfi

UN APPARTAMENTO IN CITTA’ Teatro al limite del surreale al Casa delle Culture

REGIA: Marco Carlaccini AIUTO REGIA: Ludovico Nolfi ATTORI: Patrizia D’Orsi, Marco Carlaccini,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.