LE GROTTE DI CASTELLANA

Una bellezza tutta naturale

Nel bel mezzo della Puglia giace una zona ricca di grotte, e chissà che prima o poi alcune di queste si scoprano essere comunicanti, tra queste molto rinomate quelle di Castellana.

Dopo aver percorso il corridoio che conduce all’interno, la prima sensazione, oltre all’ovvia differenza di temperatura che si avverte sulla pelle, è data da una voragine visibile a 60 metri di altezza, di un paio di metri di diametro, che lascia filtrare i raggi del sole e dà subito l’idea di trovarsi a 60 metri sotto terra, nonostante la profondità massima delle grotte fino a questo momento scoperte sia di 140 metri.

Le stalattiti e le stalagmiti hanno sempre il loro fascino, soprattutto in virtù dei secoli necessari per la loro formazione; quanto poi alle forme che assumono, beh, come onestamente ribadito dalla guida, occorre spesso un pò di fantasia per inviduare di volta in volta un animale, un personaggio o un particolare oggetto, e comunque la cosa ha anche il suo aspetto pratico, in quanto serve anche a “dare un nome” ad ogni singola grotta in modo da tracciare una mappatura delle grotte stesse. E’ così che nascono la lupa, la civetta e quant’altro. Le formazioni, se non disturbate da interventi umani, crescono di circa un centimetro al secolo!

Il caratteristico colore beige delle formazioni è dato dal calcare, ma non mancano zone rosse determinate da infiltrazioni di altri metriali, ferro compreso, che danno un tocco di imprevedibilità alla visita.

Curiosità particolare desta la grotta contenente alcune botti che un’azienda vinicola locale ha assiepato al suo interno per sperimentarne gli effetti sul proprio vino; non ci sarebbe da meravigliarsi se prossimamente comparisse sul mercato il vino “invecchiato all’interno delle Grotte di Castellana”.

Il prezzo appare abbastanza democratico, 18 euro per il percorso da un’ora e mezzo e 15 euro per quello breve da 50 minuti, naturalmente guide comprese, perciò può essere un ottimo intermezzo culturale tra un bagno e l’altro.

Alessandro Tozzi

More from Alessandro Tozzi

IL PICCOLO PRINCIPE SBARCA ANCHE ALLA SALA ROMATEATRI

Continua gloriosamente la stagione per i più piccini
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.