Harry Potter Hogwarts Mystery

Un gioco magico

Harry Potter Hogwarts Mystery

Se avete letto tutti i libri della saga di Harry Potter, o avete visto tutti i film, o entrambi; se ancora sognate di ricevere la vostra speciale letterina per Hogwarts; o semplicemente se volete vivere per un po’ nel mondo della magia, la Jem City ha ideato il gioco che fa per voi: Harry Potter Hogwarts Mystery.

Scegliete il vostro avatar da strega o da mago ed iniziate il vostro percorso di studi ad Hogwarts nella casa che preferite! Grifondoro, Corvonero, Tassorosso (o Tassofrasso) oppure Sempreverde, sarà la vostra casa per i 7 anni di scuola previsti (ma finora gli sviluppatori si sono fermati al 6° anno). Ovviamente la durata dell’anno varia a seconda delle missioni che portate a termine. A volte infstti conviene lasciar da parte la storia principale per dedicarsi alle missioni secondarie ed agli eventi, che danno in premio outfit a volte molto belli altre dal gusto piuttosto discutibile, punti esperienza, gemme, taccuini. I taccuini sono il premio più ambito dagli studenti: con quelli marroni, infatti, si possono acquistare gli animaletti domestici da tenere nel dormitorio (ma potete sceglierne uno da portare con voi), mentre quelli rossi, blu e gialli sono la moneta per acquistare le creature selvatiche della riserva ed aumentare l’amicizia cin Hagrid. Ci sono poi gli incarichi dell’agenda giornaliera, le lezioni (con la McGranitt, Piton, Flitwick…), e si, anche il Quidditch. Le partite si possono giocare ogni 7 ore, ma c’è anche la coppa delle case e ogni tanto l’evento piazza pulita.

Unica pecca, non si può interagire con altri giocatori; ma il vostro alter ego avrà comunque una cerchia di amici più o meno noti al suo fianco (Bill e Charlie Weasley, Cedric Diggory), oltre al mitico preside, il professor Silente. Ma c’è anche Gazza, e un nemico oscuro da sconfiggere. Come nei libri e nei film, anche nella storia del gioco non sempre finisce tutto bene; ma come in quelli, anche in Harry Potter Hogwarts Mystery il valore dell’amicizia è fondamentale.

Michela Aloisi

 

More from Redazione Sul Palco

LOL: CHI RIDE E’ FUORI

Impazzano i comici che non devono ridere
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.