LOL: CHI RIDE E’ FUORI

Impazzano i comici che non devono ridere

Dieci comici riuniti per 6 ore in un teatro devono cercare di non ridere alle battute degli altri. Non esattamente semplice, considerando che la risata è il loro pane quotidiano.

Nella prima edizione italiana, hanno partecipato: Ciro e Fru dei The Jackal, Elio, Lillo, Caterina Guzzanti, Pintus, Katia Follesa, Michela Giraud, Luca Ravenna e Frank Matano. Chi ride o si estranea viene ammonito. Se succede di nuovo, cartellino rosso, espulsione dal gioco.

L’ultimo che rimane vince 100.000 euro, che devolverà in beneficenza. Dall’altra parte della stanza (liberissimi di ridere) il Fedez nazionale e Mara Maionchi. A loro il compito di osservare attentamente chi ride, oltre che di movimentare il gioco, premendo leve e pulsanti di cui non conoscono l’utilità. Tra gli obblighi ci sono giochi da fare a coppie, esibizioni obbligate e vari espedienti per mettere ancora più in difficoltà il gruppo.

Il mondo dei social è letteralmente impazzito tanto che negli ultimi giorni non era così difficile incappare in un meme o qualche citazione di LOL. Spesso i social possono essere un ottimo metro per capire l’andamento di un evento e in questo caso hanno dimostrato che il successo è stato enorme.  La comicità è un mistero, ma è molto probabile che questo show abbia fatto ridere migliaia di persone.

Nonostante questo, c’è chi l’ha criticato definendolo «puerile e forzato». Aldo Grasso ad esempio, l’ha stroncato riferendo che nessuno dei comici, quasi tutti a lui sconosciuti, l’ha fatto ridere. Non si è fatta attendere la risposta di Matano, che alle critiche ha risposto riflettendo sull’utilità di una critica del genere su un programma che punta a far ridere mostrando comici che non devono ridere.

Antonio Alberto Di Santo

More from Redazione Sul Palco

Un compleanno speciale per la Compagnia Tacchi su Misura

Isolate ma non sole: le ragazze della Compagnia Tacchi su Misura festeggiano...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.