BCT MUSIC FESTIVAL 2021

Musica ad alta quota nel Parco Regionale del Taburno

Edizione 0 questa del Bct Music 2021 ricca di attività culturali, il tutto all’insegna della socialità, condivisione e rispetto per l’ambiente. Un festival aperto a tutti, giovani, famiglie, appassionati di trekking, sportivi e amanti della musica e della natura. Una moltitudine di attività su più palchi, alcune in contemporanea, tutte sul Parco Regionale del Taburno e ad ingresso gratuito.

Sono tutte attività sostenibili con il parco – ha spiegato l’organizzazione -. L’idea è quella di attrarre ulteriormente gli amanti della montagna ma in un modo differente, più sostenibile, con dei piccoli eventi musicali e altre attività. Un evento che unisce la passione per la cultura e quella per la natura, realizzato con la partecipazione è il contributo della regione Campania e promosso dall’Entre parco regionale del Taburno.

La manifestazione si concentrerà sul pianoro di Camposauro ed è stata inaugurata sabato 31 luglio, alle 11, con una tavola rotonda per raccontare la candidatura del Parco Regionale a Geopark Unesco. Alle 19 poi il concerto di apertura ‘I suoni del Taburno’ a cura dell’Orchestra Filarmonica di Benevento.

“È una occasione per vivere il Parco del Taburno a 360 gradi, – ha dichiarato il direttore artistico del Bct, Antonio Frascadore – non solo prendendo parte alle attività sportive in programma – organizzate in collaborazione con le associazioni della Consulta del Parco – ma anche ascoltando l’Orchestra Filarmonica di Benevento o Luca Aquino e Giovanni Guidi, appuntamenti culturali di qualità, per poi passare in serata dalla natura alla storia con i concerti nel capoluogo. “La musica è un aggregante trasversale, prende qualsiasi fascia sia dal punto di vista anagrafico che culturale” – ha concluso Frascadore -. E noi continueremo a lavorare in quest’ottica perché la cultura è di tutti ed è un bene prezioso”.

Domenica 1 si prosegue con l’incontro ‘Vino, Sannio, brand. Cultura e formazione’ con le conclusioni dell’enologo Riccardo Cotarella. Alle 17 ad allietare ci penserà il sax di Vincenzo Saetta e il piano di Bruno Salicone.

Lunedì 2 gran finale, alle 17, con ‘Amore bello’ il concerto di Luca Aquino alla tromba e Giovanni Guidi al piano.

Antonio Alberto Di Santo

More from Redazione Sul Palco

MISTRESS MISERY

Victorian memories, la nuova collezione
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.