Memento Vivere: un’opera che si concluderà tra 20 anni

Genitori e figli come in un addio nella nuova videoperformance di Kyrahm, Mariaelena Masetti Zannini e Julius Kaiser

Un’opera che si concluderà tra 20 anni, dove genitori e figli partecipano alla realizzazione di una performance che verrà documentata per un progetto di videoarte dove sono invitati a dirsi tutto, per non lasciare nulla in sospeso.

È la nuova videoperformance di Kyrahm, Mariaelena Masetti Zannini e Julius Kaiser. Tra 20 anni, chi rimane racconterà ricordi, nostalgie, conquiste, perdite, successi, fallimenti del patto fatto.

Il lavoro nasce dalla riflessione in un’epoca dove diverse persone non hanno potuto dirsi addio.

L’azione dal vivo prevede la partecipazione di genitori e figli che spontaneamente vogliano prendere parte al progetto con documentazione.

La prima tappa è prevista il 18 settembre a Castel dell’Ovo per Art Performing Festival a cura di Gianni Nappa. Dopo l’azione la performance “L’Urlo” di Kyrahm: dalle vette di palazzi di diverse città del mondo alla stessa ora, decine di performance artist (tra cui Andrea Zittlau dalla Germania, Fenia Kostsopoulou da Londra) lavoreranno sul concetto di grido come atto di liberazione.

Le persone che vogliono prendere parte all’iniziativa possono scrivere a mementovivereperformance@gmail.com

Written By
More from Stefano Coccia

FATTORIA (Liberi di essere Schiavi)

La prima nazionale della versione in lingua italiana del pluripremiato spettacolo, in...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.