DARKHAN JUZZ

Musica melodica dal Kazakistan

Ha talento naturale, ha un timbro unico, uno stile unico. Non ha educazione musicale, ma ha un pubblico. Le sue canzoni sono utilizzate da giovani registi come colonne sonore e addirittura le cover delle sue canzoni iniziano ad apparire su Youtube.

Darkhan Juzz è nato nel 1990 ad Almaty ed è cresciuto come ragazzino di strada nel distretto di Aksai. Dopo il diploma di 9° classe elementare, ha studiato Design per circa un anno e mezzo per poi lasciare definitivamente e dedicarsi alla musica. Dice di non conoscere le note, ma di sentire bene la musica.

“Quando avevo 14 anni, mia sorella mi ha regalato una chitarra per il mio compleanno. Quando ho ricevuto lo strumento tanto atteso, ho bussato alla porta del mio vicino e gli ho chiesto di insegnarmi a suonare la chitarra. La prima canzone che ho imparato è stata “Pack of Cigarettes” di Tsoi. Ho radunato i bambini nel cortile e ho cantato. Erano sorpresi che l’avessi imparato in un giorno. Da allora la chitarra è diventata la mia compagna. Tornando a casa da scuola, dicevo a mia madre: “Non disturbarmi per tre ore, vado a studiare”, chiudevo la porta e suonavo la chitarra. Ho scritto la mia prima canzone quando avevo 14 anni. Una canzone sull’amore. Ricordo ancora la melodia e i testi.

Fin da piccolo non mi piaceva il sistema, le restrizioni. Non volevo nemmeno studiare. Ricordo quando ero in seconda elementare, non andavo a scuola per un trimestre, guardavo la gente e giravo per la città. Ascoltavo spesso Victor Tsoi e Bob Marley. In generale, il distretto di Aksai, dove sono nato e cresciuto, era un luogo abbastanza malfamato. Poiché fuori non c’era gentilezza, cercavo calore nella musica.

Consigliamo di ascoltare le tracce Quralai e Sheker. Musica dal Kazakistan non ne sentiamo tutti i giorni, datele una chance!

Antonio Alberto Di Santo

 

 

More from Redazione Sul Palco

IL VIAGGIO DI ALICE

In scena al Teatro Patologico, Roma
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.