IL MUSEO POLIN

La vita ebraica in Polonia

Polin significa dimora, ed è il nome ebraico della Polonia.

Polin è anche una moderna istituzione culturale, un museo che racconta mille anni di vita ebraica in Polonia. Una storia lunga, complessa e articolata che non si limita di certo ai soli fatti dell’Olocausto. Il museo è anche un luogo di incontro e dialogo tra coloro che desiderano esplorare la cultura ebraica passata e presente opponendosi ai pregiudizi nazionalistici che abitano le società odierne. Questo luogo non si limita solo al racconto dei fatti storici che hanno interessato la comunità ebraica ma enfatizza anche lo splendore e la vitalità di questa cultura in terra polacca.

Una vitalità che oggi riscontriamo in opere d’arte sparse per il mondo, ma che non possiamo più catturare esplorando la Polonia e i paesi baltici. C’è necessità di andare oltre. Per questo il museo non si limita a raccontare le macerie del passato ma aiuta a pensare gli ebrei polacchi come parte integrante di un luogo e di una storia, non come una nazione dentro la nazione.

Altro motivo di questa visita al Polin è anche la sua splendida costruzione.L’edificio del Museo è stato costruito in un luogo simbolico: il cuore di un quartiere un tempo florido abitato principalmente da ebrei, e durante la guerra trasformato dai tedeschi in un ghetto. Il progetto è dello studio di architettura finlandese Lahdelma & Mahlamäki e ha vinto il concorso internazionale di architettura organizzato nel 2005 e presieduto da Bohdan Paczowski.

Antonio Alberto Di Santo

Tags from the story
,
More from Redazione Sul Palco

CHERRY SEASON

Il burlesque anima il Foollyk, accogliente locale del quartiere Trieste
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.