Maryam, un canto che trascina nello stupore

In collaborazione con Francesco Paniccia

L’album “Canto a Maryam” della cantante, pianista e cantautrice Isabel Pané è un lavoro prezioso, per almeno tre ordini di ragioni: il primo si lega al talento dell’artista, il secondo alla sua ricerca musicale, mentre il terzo è squisitamente spirituale.

Il disco, edito da Barvin Edizioni Musicali, è un’antologia di 12 tracce tutte dedicate a Maria di Nazareth, comprendenti brani di repertorio, composizioni legate ad apparizioni mariane e pezzi scritti dalla stessa Pané.

L’ascolto integrale ci offre un “unicum” che è “in primis” un’esperienza animica, grazie ai “modi” interpretativi di cui si avvale.  Parliamo di un linguaggio difficilmente definibile sul piano dello stile (anche gli arrangiamenti sono di Isabel Pané), il che ci fa pensare a qualcosa d’originale.

Elementi di jazz, tango, pop, classica ed elettronica, organicamente fusi, sono retti dalla voce dell’artista, anch’essa non “etichettabile” e sospesa tra i colori del jazz, la lezione dell’opera e la naturalezza di chi celebra il canto come espressione totale.

Canto a Maryam è un disco intimo ed intimista, che spinge alla stasi contemplativa come al movimento e alla danza, senza mai perdere la sua dimensione “raccolta”.  Tale caratteristica di intimità è sorprendentemente forte sia che la voce (molto bella) dell’autrice si muova su “dinamiche di registro” eteree e profonde, sia che viaggi su tessiture acute, con sonorità più vive e penetranti; una suggestiva, intensa orazione che restituisce alla musica la definizione di “racconto attraverso il suono“, nelle peculiari riletture di classici come l'”Ave Maria” di Piazzolla, l'”Ave Maria de Lourdes” o “Kraljici Mira” “in uno” a pezzi originali come “In Silenzio” (Stabat Mater) di Isabel Pané.

Un ascolto, quello di Canto a Maryam, che in soli cinquanta minuti ci trascina e coinvolge in una sensazione di stupore misto a convinzione profonda: un sentire che racchiude in sè, forse, gli stessi colori di quel “fiat” che ha reso insperatamente diversa e luminosa la nostra storia.  Un disco da acquistare, custodire, meditare, regalare.

 

External links

https://album.link/s/17UrLCbYFYqt1fYzuee2F7

https://youtube.com/channel/UCApg1k5K3k7kyvJ2S-8c2vQ

Instagram: isabelpaneofficial

More from Roberta Pandolfi

DOPPIO DEXTER di Jeff Lindsay

  Titolo: Doppio Dexter Autore: Jeff Lindsay Editore: Mondadori Pagine: 300  ...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.