I RACCONTI DI DIONISO: sontuoso epilogo il 23 e 24 settembre 2022

Partecipazione straordinaria di FRANCESCO PANNOFINO nella serata conclusiva al MAUSOLEO DI CECILIA METELLA!

.

Opificio03 e Il Demiurgo

presentano

I RACCONTI DI DIONISO I edizione

Rassegna di spettacoli tratti dal repertorio classico nella cornice di Roma antica

con il patrocinio di

Regione Lazio e Comune di Roma

con

Parco Archeologico dell’Appia Antica e Parco Archeologico di Ostia Antica

 con la collaborazione di

Remedia srl, Feir eventi e M&N’s

Parco Archeologico di Ostia Antica e Parco Archeologico dell’Appia Antica

Scavi di Ostia Antica – Castello di Giulio II – Villa dei Quintili – Mausoleo di Cecilia Metella

dal 14 maggio al 24 settembre 2022

Direttori artistici: Lorenzo De SantisSilvia Ponzo – Francescoantonio Nappi

 La rassegna I RACCONTI DI DIONISO si conclude con la straordinaria partecipazione di FRANCESCO PANNOFINO in uno spettacolo-reading al MAUSOLEO DI CECILIA METELLA il 24 settembre.

 Venerdì 23 settembre

Mausoleo di Cecilia Metella

Parco Archeologico dell’Appia Antica

ore 19:15  Mo vene Godot

Produzione: FEIR eventi

Regia: Pasquale Candela

ore 20:45 Le idi di marzo

Produzione: Opificio03

Regia e drammaturgia: Lorenzo De Santis

***

Giornate Europee del Patrimonio

Sabato 24 settembre

Mausoleo di Cecilia Metella

Parco Archeologico dell’Appia Antica

ore 19:15 Canto pe’ Cantà

Produzione: Opificio03

Regia: Lorenzo De Santis

a seguire Miti in viaggio

Produzione: Opificio03 – Il Demiurgo

Reading e performance teatrale con la straordinaria partecipazione di Francesco Pannofino

 

Giunge a conclusione il lungo percorso de I Racconti di Dioniso I edizione – Rassegna di spettacoli tratti dal repertorio classico nella cornice di Roma antica e per finire al meglio questo intenso viaggio iniziato a maggio, un’importantissima partecipazione impreziosirà l’ultima serata, FRANCESCO PANNOFINO sarà il protagonista dello spettacolo-reading del 24 settembre.

Ancor prima di questo tanto annunciato gran finale, venerdì 23 settembre 2022 al Mausoleo di Cecilia Metella del Parco Archeologico dell’Appia Antica, andranno in scena due spettacoli, alle 19:15 MO VENE GODOT prodotto da Feir Eventi, opera dalle note comiche, delicate e poetiche e dagli accenti eccentrici in cui si sottolinea quanto sia fondamentale pregustare qualcosa anche prima di averlo ottenuto; alle 20:45 Le idi di marzo prodotto da Opificio03, liberamente ispirata al “Giulio Cesare” di Shakespeare,  in una messinscena scenograficamente minima, la pièce è affidata alla potenza del testo e alla fisicità degli attori.

Sabato 24 settembre, sempre al Mausoleo di Cecilia Metella, si concluderà la rassegna, alle 19:15 andrà in scena lo spettacolo prodotto da Opificio03 Canto pe’ Cantà un percorso canoro nel quale vari personaggi del passato racconteranno al pubblico, in modo coinvolgente e divertente, la storia del dialetto romano dall’Alto Medioevo al Novecento.

A seguire il grandissimo finale Miti in viaggio prodotto da Opificio03 e Il Demiurgo. Tra Reading e performance teatrale, si esibirà lo straordinario Francesco Pannofino insieme agli attori delle compagnie organizzatrici della rassegna. La messa in scena si muoverà tra suggestioni sonore e vocali, e affronterà l’idea del viaggio e del racconto che ha fatto da trait d’union all’intero progetto “I racconti di Dioniso”.

 “Il lungo viaggio dei racconti di Dioniso è cominciato lo scorso 14 maggio; la nostra rassegna ci e vi ha tenuto compagnia per più di quattro mesi. È stato per noi un periodo estremamente intenso, pieno di emozioni, di arte, di lavoro, di fatica e di soddisfazioni piccole e grandi. Per questo meraviglioso viaggio siamo pieni di gratitudine perché non è solo grazie al nostro lavoro e alla nostra passione che I Racconti di Dioniso si sono potuti realizzare ma grazie al lavoro e all’aiuto di tutte quelle istituzioni, realtà e soprattutto persone che hanno reso possibile tutto questo. In primo luogo la Regione Lazio che ha promosso e finanziato questo progetto e  in particolar modo la Direzione Regionale Cultura e Lazio Creativo e l’Area Spettacolo dal Vivo.

Gli splendidi parchi archeologici dove abbiamo avuto l’onore di essere ospitati: il Parco Archeologico di Ostia Antica e il Parco Archeologico dell’Appia antica e tutto il loro personale dipendente, ai direttori e ai funzionari, sempre disponibili e ospitali; un ringraziamento particolare a Maricarmen Pepe che ci ha seguiti e supportati con la massima disponibilità durante tutta la progettazione e realizzazione della rassegna. Grazie ai nostri partner organizzatori che hanno affiancato noi di Opificio03 e il Demiurgo: Re Media, Feir Eventi e M&N’s.

Grazie al nostro Ufficio Stampa nella persona di Andrea Alessio Cavarretta e tutto lo staff di Kirolandia; grazie per essere stato indispensabile e attento e averci guidato con capacità e gentilezza. Grazie ai nostri preziosissimi, indispensabili collaboratori: Nino Sileci, Gabriele Carrieri e Marco Serra senza l’aiuto dei quali nulla sarebbe stato possibile. Grazie a Maria Paola Canepa e al Centro Culturale Artemia che ci ha dato non solo il suo preziosissimo supporto ma anche una vera e propria casa dove poter dare forma a tutti i nostri spettacoli. 

Grazie a tutti gli attori che sono intervenuti negli spettacoli della rassegna e che hanno prestato a I Racconti di Dioniso il loro lavoro e la loro arte facendo sì che la nostra rassegna diventasse un momento di incontro e di ottimo teatro. Grazie a tutte le persone che hanno collaborato con noi, che hanno dedicato alcune ore del loro tempo a far funzionare l’ambiziosa macchina organizzativa del festival, prestandoci il loro aiuto e i loro consigli: Francesca, Armando, Stella, Francesco e Valeria su tutti.

Grazie alla stampa, ai giornalisti ai critici che ci hanno sostenuto passo dopo passo. Ma grazie soprattutto ai nostri spettatori, che ci hanno seguiti in questa meravigliosa estate di teatro, che hanno avuto il coraggio di incontrarsi e rincontrarsi nell’arte, che ci hanno dimostrato con la loro presenza e con il loro affetto, che il mondo ha ancora tanta sete di teatro, arte e cultura. I Racconti di Dioniso finiscono questo 24 settembre e noi vi salutiamo nella speranza che questa prima estate sia solo l’inizio di un viaggio molto più lungo, al quale siete tutti invitati. “ Lorenzo De Santis, Silvia Ponzo e Francescoantonio Nappi.

Con il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Roma, con il Parco Archeologico dell’Appia Antica e il Parco Archeologico di Ostia Antica (tutelati dal Ministero della Cultura) il progetto I RACCONTI DI DIONISO è vincitore dell’avviso pubblico per il sostegno ai progetti di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso lo spettacolo dal vivo nella Regione Lazio.

 Il Parco Archeologico dell’Appia antica con la Villa dei Quintili, il Mausoleo di Cecilia Metella, insieme al Parco Archeologico di ostia Antica con gli Scavi di Ostia Antica e il Castello di Giulio II, sono i preziosi luoghi colmi di storia che hanno accolto  la ricca programmazione della prima edizione di questo variegato festival, con operatori provenienti da tutta la nazione, vera e propria stagione teatrale estiva della Capitale, diretta da Lorenzo De Santis, Silvia Ponzo (Opificio03) e Francescoantonio Nappi (IL Demiurgo).

 PRESENTAZIONE SOCIAL

Come non concludere la rassegna con il consueto appuntamento della diretta social! Martedì 20 settembre 2022 alle ore 19.30 avrà luogo la presentazione attraverso i canali di Opificio03, saranno ancora una volta i direttori del festival ad aprire l’ultima finestra sulle due serate conclusive di questo innovativo festival dedicato a Dioniso divinità dell’ebbrezza, del vino e del teatro.

Per seguire la diretta: https://www.facebook.com/opificio03 – https://www.instagram.com/opificio03

 FOCUS sulle SERATE

Parco Archeologico dell’Appia Antica

MAUSOLEO DI CECILIA METELLA

23 SETTEMBRE 2022

19:15

Mo vene Godot

Produzione: FEIR eventi

Regia: Pasquale Candela

Con: Francesco di Crescenzo, Francesco Romano, Franco Nappi, Luigi Leone, Giuseppe Manfredelli.

Ci troviamo davanti ad un’ambientazione surreale, collocata chissà dove nella linea spazio-temporale ed è proprio lì, tra una panchina ed un albero spelacchiato, che facciamo la conoscenza di due assurdi protagonisti, compagni e soci, che nonostante le differenze piuttosto evidenti mostrano fin da subito un’affinità unica data dall’obiettivo comune: aspettare Godot! Fulcro di quest’opera, dalle note comiche, delicate e poetiche e dagli accenti eccentrici è sicuramente l’importanza dell’attesa, sottolineando quanto sia fondamentale pregustare qualcosa anche prima di averlo ottenuto, quanto gli attimi prima dell’incontro possano generare euforia, noia e magia. L’attesa di Godot è un’allegoria moderna, Godot è un’idea, un pensiero, è quella strada o decisione che non sempre si ha il coraggio di perseguire, è la bella notizia che aspettiamo da una vita. E noi semplici e ignari spettatori, ci ritroviamo lì, su quella panchina, in attesa, vivendo attimo dopo attimo la successione degli eventi della nostra vita.

20:45

Le idi di marzo

Produzione: Opificio03

Regia e drammaturgia: Lorenzo De Santis

Con: Davide Cherstich, Paolo de Candia, Francesco Leonardo Marchionne, Paolo Roberto Ricci, Leandro Sbrocchi, John Zotti

Le idi di marzo, liberamente ispirato al “Giulio Cesare” di Shakespeare, rivisita il conflitto esemplare e sempre attuale tra democrazia e autoritarismo, tra repubblica e impero e svela magistralmente la dimensione teatrale della politica, la sua retorica, la sua finzione; una storia, dunque, che parla del potere e delle sue forme, che affonda le sue radici nell’antichità ma resta attualissima nello svelare gli inganni della politica di oggi. In una messinscena scenograficamente minima, lo spettacolo è affidato alla potenza del testo e alla fisicità degli attori che ci mostrano come la storia si sveli come una grande arena della persuasione in cui la forza della parola, la simulazione e la dissimulazione forgiano i destini degli uomini.

24 SETTEMBRE 2022

Giornate Europee del Patrimonio

19:15

Canto pe’ Cantà

Produzione: Opificio03

Regia: Lorenzo De Santis

Con: Irene Cannello, Lorenzo De Santis e Nino Sileci,

Un percorso canoro nel quale vari personaggi del passato racconteranno al pubblico, in modo coinvolgente e divertente, la storia del dialetto romano dall’Alto Medioevo al Novecento, facendoci scoprire come la lingua romana è cambiata nel tempo e quali forme poetiche hanno accompagnato quest’evoluzione, arrivando fino al celebre stornello.

Dopo una piccola pausa seguirà

Miti in viaggio

Produzione: Opificio03 – Il Demiurgo

Tra Reading e performance teatrale, lo spettacolo, durante il quale si esibirà lo straordinario Francesco Pannofino insieme agli attori delle compagnie organizzatrici della rassegna (Lorenzo De Santis, Nicola Le Donne, Franco Nappi, Silvia Ponzo, Marco Serra, Nino Sileci, Chiara Vitiello), si muove tra suggestioni sonore e vocali,  affrontando l’idea del viaggio e del racconto che ha fatto da trait d’union all’intero progetto “I racconti di Dioniso”.

Uno spettacolo ispirato ai Nostoi del ciclo omerico, i viaggi di ritorno che gli eroi achei vissero per tornare a casa: dal catartico viaggio nell’Ade di Odisseo al tremendo ritorno di Agamennone, dalle Paludi di Hesperia che inghiottono il fato di Diomede, alla terribile vendetta dell’argonauta Nauplio che, assetato di sangue alla notizia dell’ingiusta morte del figlio Palamede cagiona il naufragio di tanti Achei di ritorno da Ilio, fino al sereno ritorno del saggio Nestore, e al gelido incedere dei destini di Menelao ed Elena, di nuovo sposi e re, in una Sparta spettrale e triste, carica del dolore degli anni di guerra.

Opificio03 e Il Demiurgo

presentano

I RACCONTI DI DIONISIO I edizione  – Rassegna di spettacoli tratti dal repertorio classico nella cornice di Roma antica

Con il patrocinio di:  Regione Lazio e Comune di Roma

Con:  Parco Archeologico dell’Appia Antica e Parco Archeologico di Ostia Antica (tutelati del Ministero della Cultura)

Con la collaborazione di:  Remedia srl, FEIR eventi e M&N’s

 

Parco Archeologico di Ostia Antica e Parco Archeologico dell’Appia Antica

Scavi di Ostia Antica – Castello di Giulio II – Villa dei Quintili – Mausoleo di Cecilia Metella

dal 14 maggio al 24 settembre 2022

 

Modalità d’accesso:

Tessera associativa (valida per l’intera rassegna): 8€ con primo accesso gratuito agli spettacoli.

Per le date successive (se già in possesso di tessera associativa): intera serata (due spettacoli) 8€ – Singolo spettacolo 5€

Info e prenotazioni: iraccontididioniso@gmail.com    –   opificio03@gmail.com  –  Tel:  3534142535

L’accesso agli spazi adibiti al Festival prevede l’acquisto della Mia Appia Card  il biglietto nominativo con il quale si può accedere illimitatamente a tutti i siti del Parco Archeologico dell’Appia Antica.

La Mia Appia Card è acquistabile sul sito di CoopCulture con durata annuale al costo di 15€ (+ 2€ prevendita) in alternativa con biglietto intero della durata di tre giorni al costo di 8€ (+ 2€ prevendita)   www.coopculture.it

Modalità di accesso per la serata del 24 settembre. Per le Giornate Europee del Patrimonio l’ingresso al sito archeologico sarà acquistabile presso la biglietteria al prezzo simbolico di 1€ senza costo di prevendita oppure online sul sito www.coopculture.it.  Gratuito per gli under 18.

Per maggiori informazioni su costi e riduzioni  della Mia Appia Card:

https://www.coopculture.it/it/prodotti/la-mia-appia-card/          https://www.coopculture.it/it/prodotti/biglietto-parco-archeologico-dellappia-antica/

Nella sezione “Agevolazioni biglietti” della Mia Appia Card sono riportate tutte le categorie per cui il biglietto è gratuito, nella sezione “prenotazioni” le informazioni rispetto al biglietto singolo giornaliero ridotto.

La Mia Appia Card può essere acquistata nelle specifiche biglietterie della Villa dei Quintili e del Mausoleo di Cecilia Metella secondo gli orari indicati nell’apposito sito. 

– Mausoleo di Cecilia Metella (Via Appia Antica 161)
– Villa dei Quintili (Via Appia Nuova, 1092)
– Castello di Giulio II (Piazza della Rocca, 13 – Ostia Antica)
– Scavi di Ostia Antica (Viale dei Romagnoli, 717 – Ostia Antica

Collegamenti:

VILLA DEI QUINTILI: Linea circolare 118 – Linea 664

MAUSOLEO DI CECILIA METELLA: Linea 660 – Linea circolare 118

OSTIA ANTICA / CASTELLO DI GIULIO II: Treno Roma-Lido    scendere alla fermata Ostia Antica. Attraversare il ponte pedonale e seguire le indicazioni.

https:// www.facebook.com/opificio03  https://www.instagram.com/opificio03    #iraccontididioniso  #opificio03 #ildemiurgo

I RACCONTI DI DIONISO

Direttori artistici: Lorenzo De Santis, Silvia Ponzo (Opificio03) e Francescoantonio Nappi (Il Demiurgo)

Ufficio stampa: Andrea Alessio Cavarretta #scrittoremetropolitano  andreaalessiocavarretta@gmail.com    tel. 3405248027

Written By
More from Stefano Coccia

Le troiane

Al Teatro Manhattan una rappresentazione particolarmente intensa del testo di Euripide
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.