Grease è sempre Grease!

Dal 1997 il musical di Jim Jacobs e Warren Casey, prodotto da Compagnia della Rancia, continua a riempire le platee di tutti i teatri.

 

Sono cambiati gli attori in questi 25 anni di messa inscena ma la qualità rimane sempre alta.

In questa edizione, che è la stessa del 2020 rimandata causa Covid, troviamo Simone Sassudelli che interpreta Danny Zuko. Simone si è formato alla SDM – Scuola del Musical di Milano, ha lavorato negli Stati Uniti in importanti produzioni. Qui lo vediamo interpretare egregiamente il ruolo del duro/romantico Danny salvo poi, in alcune scene, venire un po’ oscurato, per una questione di timbro vocale, da Francesca Ciavaglia, la Sandy del Musical quando prende il sopravvento con la sua voce molto potente, vigorosa e grintosa. Francesca si è diplomata alla Bernstein School of Musical Theatre di Bologna di Shawna Farrell e qui la troviamo nel suo primo ruolo da protagonista.

Tutto il cast esibisce qualità canore elevate, certo, negli anni sono modificati un po’ i testi delle canzoni, sono modificati i costumi, anche la scenografia è un po’ più minimalista rispetto ad altre edizioni ma va bene lo stesso.

La storia d’amore raccontata funziona perché è un evergreen. Tutti ci riconosciamo in qualche personaggio: nella ingenua Sandy, nell’inquieto Danny, nell’emancipata Rizzo, persino in  Miss Lynch.

Il musical continua a far sognare, la trama, seppur con alcune modifiche, rimane sostanzialmente la stessa:

Sandy e Danny si incontrano in estate ma sono di due città diverse. Sandy si trasferisce per amore nella scuola di Danny, oggi verrebbe definita dagli adolescenti una “sottona”, Danny che per non fare brutta figura con gli amici fa il duro, la gelosia di Cha Cha, la paura di una gravidanza in tenera età di Rizzo, personaggio forte ma è gran parte apparenza…fino alla “ribellione” di Sandy trasformandosi da ragazza acqua e sapone a ragazza desiderata da tutti, il tutto ballato e cantato in maniera impeccabile.

Tra tutti, il personaggio che più si è avvicinato a quello del film, a mio parere, è stata Rizzo, interpretata da una bravissima Gea Andreatti, con il suo fare spavaldo, emancipato e strafottente mi è sembrato quasi di vedere Stockard Channing.

Grande sorpresa anche per Amerigo Vitiello, il Vince Fontaine e Teen Angel, ha una voce sonora e tonante. Il suo fisico da Adone non lascia indifferente il pubblico, soprattutto femminile che, al suo ingresso, non esita a dimostrarne l’apprezzamento con vigorosi applausi.

Tutti amano Grease, di qualunque età e per differenti motivi: alcuni hanno nostalgia degli anni ’50, i perfetti anni ’50, delle gonne a ruota, della brillantina nei capelli, altri lo amano per il racconto di una tenera storia d’amore tra adolescenti con il lieto fine.

Un musical divertente, colorato, coinvolgente e appassionante,.

Una produzione veloce,  leggera.

Il medley finale è travolgente, irresistibile, spettatori di tutte le età si alzano e ballano tutti.

Inutile dire che per chi non l’ha mai visto è sicuramente da non perdere e, per chi, come me, l’ha visto più volte, è sicuramente da andare a rivedere e…

 

per sempre tutti insieme

Op baba lumop

E wop bam boom

Tags from the story
, ,
More from Raffaella Toffi

Seven sister

7 sorelle costrette a vivere una vita limitata, ad avere rapporti con...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.