DALLA CURVA SUD AL PARADISO

Il racconto sentimentale di Pietro Chiodi

PIETRO CHIODI – DALLA CURVA SUD AL PARADISO – Soccer Management – 2022

Prefazione di Claudio Ranieri

Postfazione di Riccardo Masetti

Formato 21×16, cartonato a colori, pagg. 120

 

Uno scritto molto sentimentale, diciamolo subito.

C’è il calcio sullo sfondo, materia che di norma esula dalle nostre attenzioni, ma lo recensisco perchè in realtà offre molto di più.

E’ la storia di un ragazzino di famiglia umile, con la grande passione per la sua squadra, la Roma, che negli anni diventa uomo di successo senza dimenticare mai le proprie origini e la ricchezza interiore delle emozioni provate nell’innocenza del bambino e poi nella consapevolezza dell’adulto, la tenerezza dei ricordi, il riconoscimento delle circostanze fortunate che hanno fatto certe sue fortune, senza mai dimenticare però che “la fortuna va aiutata”, con la perseveranza e senza tradire i propri princìpi.

La storia di un diciannove che abbandona il tanto desiderato “posto fisso” per viaggiare, per mettersi in gioco, per conoscere, per esplorare. Diventa imprenditore e lentamente scala posizioni nel suo settore, mentre la sua Roma sta sempre lì ad accompagnare la sua crescita.

Da questa passione verranno tante e tante circostanze si, fortunate, ma che lui ha sempre molto ben assecondato, fino a diventare un “uomo della Roma” anche professionalmente, oggi, procuratore di calciatori ed allenatori, mantenendo intatti i sentimenti del Pietro piccolo.

E allora ecco i vari episodi da tifoso che in un modo o nell’altro gli spalancano le porte del successo, senza che lui li abbia cercati con arroganza, ne cito giusto qualcuno ma poi dovete gustarvi il racconto dell’autore: Paulo Roberto Falcao che si presenta presso il suo magazzino per rifare il pavimento di casa, il passaggio in motorino a Toninho Cerezo che, allenandosi nelle colline intorno al Centro Sportivo di Trigoria non trova più la via del ritorno, la telefonata ricevuta per sbaglio da Eusebio Di Francesco, che in realtà cercava un altro Pietro… tutte casualità che lui ha capitalizzato con professionalità e passione, tutti episodi da cui sono nate amicizie e successi professionali.

Durante la sua scalata al successo, crescono i suoi figli, nei cui occhi si rivede nelle gioie concesse dalla Roma, senza mai dimenticare le partite ascoltate alla radio da ragazzino con la famiglia spesso riunita dalla Zia Mafalda e col costante ricordo del padre Otello, purtroppo scomparso poco prima della vittoria del campionato del 2001. Ma per Pietro non è solo un ricordo, è una presenza per davvero!

Un libro che sembra scritto per permettere un abbraccio tra Pietro il Piccolo e Pietro il Grande, un viaggio a ritroso nel tempo che parte da lontano, per proiettarsi nel futuro, pieno di emozioni in un mondo, come quello del calcio, che dietro le scrivanie degli uffici e lontano dai campi di gioco, in genere ne offre ben poche.

A proposito di sentimenti: il libro è stato stampato con risorse economiche dell’autore stesso e i proventi andranno all’Associazione Komen Italia di Riccardo Masetti, che da un ventennio si prodiga nella ricerca per la salute femminile e contro i tumori del seno. Trovate voi nel mondo del calcio esempi di riconoscenza verso la vita come questo!

Alessandro Tozzi

More from Alessandro Tozzi

LE SIGARETTE CHE NON FANNO MALE

"2 + 2 = 8" il bizzarro titolo
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.