LA VOCE DEL PADRONE

Franco Battiato il docufilm

 

fonte sito ufficiale: www.battiato.it

 

L’atteso docufilm su Franco Battiato “la voce del padrone”, diretto dal regista Marco Spagnoli, ha riscosso eccezionali consensi da parte del pubblico che è accorso numeroso nelle principali sale cinematografiche italiane per avere l’occasione di conoscere a fondo uno dei più influenti musicisti italiani che  ha saputo mescolare vari stili musicali apparentemente lontani tra loro, riuscendo a creare melodie originalissime ed apprezzate in tutto il mondo. Ha esordito con la musica leggera nel 1965, partecipando al festival di Sanremo con la canzone “l’amore è partito” ma è nel 1981 che lo vincerà con “per elisa” interpretata dalla sua amica Alice. Dal 1979 con “l’era del cinghiale bianco” abbandona la musica sperimentale per dedicarsi anima e corpo alla musica pop, facendosi conoscere e riconoscere dal grande pubblico con  “la voce del padrone”  che fece registrare il record assoluto di un milione di copie vendute. Il continuo peregrinare di Franco da un genere musicale ad un altro ha sempre avuto come uniche costanti la scrittura di testi cripto-citazionistici e musiche influenzate dal rock popolare e dalla musica classica. La pellicola è un vero e proprio viaggio in cui lo spettatore viene preso per mano e condotto attraverso la voce di Stefano Senardi, amico storico di Franco e tra i più grandi produttori discografici,  aiutato in questa non facile avventura dai numerosi artisti che hanno collaborato o semplicemente conosciuto Franco (Willem Dafoe, Morgan, Alice, Oliviero Toscani, Carmen Consoli…). Alla fine di questo viaggio lo spettatore oltre a rivivere straordinarie emozioni attraverso l’ascolto di intramontabili successi  come bandiera bianca, centro di gravità permanente, cuccurucucù…, resta affascinato dalla figura di questo uomo di cui scopre una purezza d’animo ed una levatura morale non comuni che lo fanno apparire ancora più grande dello straordinario genio musicale quale era. Caro Franco dovunque tu sia “…ti salverò da ogni malinconia perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te, Io sì, che avrò cura di te” (cit. La cura).

Ivan Natali

More from Redazione Sul Palco

LA VOCE DEL FUOCO A VELLETRI

La poesia di Flaminia Colella alla Casa delle Letterature e della Musica
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.