7 PASSI NEL BUIO

Un matrimonio che funziona tra giallo e humour

7 PASSI NEL BUIO – Riccardo Belli & Massimo Lombardo

Regia Riccardo Belli & Massimo Lombardo

Con Riccardo Belli, Massimo Lombardo, Luciano Tribuzi, Daniele Giannini, Antonella Cappucci

Teatro di Via Cortina, Roma, dal 24 marzo al 14 aprile 2024

7 passi nel buio, ovvero 7 episodi tra il giallo e il fantasy, sapientemente conditi con un pizzico di humour, ricetta semplice ma efficace.

Uno spettacolo che nasce nella mente degli autori Riccardo Belli e Massimo Lombardo nell’oscuro periodo del lockdown, quando altro non si poteva fare se non rivedere vecchi film e macinare idee.

Il risultato è eccelso, sia per la bontà dell’idea in sè che per le prestazioni di tutti gli interpreti; oltre ai due autori in scena infatti anche Luciano Tribuzi, Daniele Giannini e Antonella Cappucci.

Ci si tinge subito di giallo vedendo che la compagnia è dotata, oltre che di ottime scenografie con tanto di filmati d’epoca e arti grafiche più moderne, di un “titolario”, una sorta di espositore che annuncia il titolo dell’episodio in arrivo, tra semplici ma simpatiche coreografie fornite dagli attori stessi, abili ad introdurre anche qui elementi umoristici. Fa simpatia, poi, il fatto che il titolario richiami più che esplicitamente la grafica di quei gialli Mondadori che i meno giovani ricordano con affetto, il tipico occhiello con la scena su fondo giallo, per capirci.

Quanto agli episodi, tutti avvolgenti ed intriganti, qualcumo più marcatamente giallo, come Scambio mortale o Doppia verità, altri un pò più tra fantasy e fantascienza. Questi ultimi personalmente i miei preferiti, senza nulla togliere agli altri, in particolare Immagini riflesse, storia di vetri “magici” che trasmettono immagini acquisite anni prima, ma anche il conclusivo E’ quasi mezzanotte, dove un artigiano del museo delle cere parla coi suoi manichini, e il bello è che questi gli rispondono! Ho automaticamente pensato ai voli di fantasia che facevo con Ai confini della realtà, serie tv americana di grande successo andata in onda tra il 1959 e il 1964, raggiungendo poi in parte anche l’Italia.

Una voce narrante in scena, a turno uno dei cinque protagonisti, opportunamente conduce lo spettatore alla comprensione degli episodi, fino alla “sigla finale” trasmessa in video.

Abilissimi come anticipato gli interpreti, indico anche qui le mie preferenze: Riccardo Belli nei panni dell’avvocato (L’oggetto ripudiato) e dell’artigiano della cera (E’ quasi mezzanotte), Luciano Tribuzi in quelli del condannato a morte (sempre E’ quasi mezzanotte), Daniele Giannini come illusionista (Sempre più su), Massimo Lombardo come vedova inconsolabile ma non troppo (L’affittacamere) e Antonella Cappucci nel ruolo dell’attrice rampante Scambio mortale).

Ancora in scena nei primi due weekend di aprile, il consiglio è di non perderlo per niente al mondo!

Alessandro Tozzi

More from Alessandro Tozzi
QUINTA USCITA PER THE PROWLERS
Come tenere alta la bandiera del metal italiano
Read More
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments