Cirque du Soleil – Kurios

Dopo circa 3 anni di restrizioni, torna in Italia il Cirque du Soleil con il fantastico spettacolo: “KURIOS- Cabinet of curiosities”

E se fosse possibile alterare la realtà con il potere della nostra immaginazione?

Finalmente, dopo un lungo stop, è tornato in Italia il Cirque du Soleil, rimandato, per varie restrizioni, dal 2021.

Come tutti i circhi, lo spettacolo è itinerante e sarà visibile a Roma dal 22 marzo al 30 aprile, per poi spostarsi a Milano dove si tratterrà dal 10 maggio al 25 giugno il tutto presentato dalla splendida organizzazione dei partner italiani: Show Bees e Vivo Concerti.

Spettacolo immenso, come è solito vedere quelli di Cirque Du Soleil.

Seguendo il filone STEAMPUNK, passando dal distopico all’utopico, si finisce nel mondo di KURIOS, tra macchine, elettricità, mano meccanica, mondi capovolti il tutto magistralmente messo in atto dal “Cercatore”, il padrone di casa, che crede in un mondo invisibile dove risiedono le idee più folli e i sogni più grandiosi e scoprirà che le meraviglie sono a disposizione di chi si fida del proprio intuito e della propria immaginazione.

KURIOS – Cabinet of Curiosities ha un cast di 49 artisti provenienti da 17 paesi diversi. Circa il 60% degli artisti ha già lavorato con il Cirque du Soleil in precedenza. Per questa produzione, la 35ª del Cirque du Soleil dal 1984, sono stati realizzati oltre 8000 costumi e 426 oggetti di scena.

Oltre al Cercatore, sono presenti altri personaggi che portano il pubblico nel mondo dell’immaginazione (ad esempio  I CURIOSISTANI ,gli abitanti di un paese immaginario chiamato Curiosistan e si presentano nel mondo del Cercatore per attivare la sua immaginazione, il Sig. Microcosmos, figura autoritaria,che è il leader del gruppo. Questo tipo serio è l’incarnazione del progresso tecnologico; il suo mondo è solido, rappresentato dal treno a vapore e dalle strutture edilizie massicce: la Torre Eiffel e il Grand Palais. Il suo mondo è un pianeta che sfreccia su rotaie, corre e si muove nel proprio ecosistema autonomo e autosufficiente. Troviamo anche  Kurios Winch e Kurios Plunger, due bizzarri robot costruiti con scarti e parti riciclate dallo stesso Cercatore. Sono creature imperfette e disfunzionali. Sono spesso presenti sul palco l’uomo fisarmonica e Klara, il telegrafo dell’invisibile, con un costume che ricorda “delle onde sonore” e funge da “antenna” che viene direzionata muovendo il corpo …)

Ci sono anche i gemelli che ricordano molto Tweedle Dee e Tweedle Dum di Alice nel paese delle meraviglie ma, in fondo, anche questo è un meraviglioso mondo incantato.

Tra varie acrobazie, biciclette aeree, un meraviglioso quanto incredibile “mondo capovolto”, contorsionismo, circo invisibile e altri numeri, si trascorrono 2 ore all’insegna dello stupore e dell’ilarità, il tutto contornato dai meravigliosi costumi di scena.

La musica , molto coinvolgente, allegra e vivace è cantata e suonata tutta dal vivo.

Lo spettacolo si conclude con un “teatro di mani”, che è un teatro di ombre cinesi che racconta una storia, prima e “Banquine” ,dopo, dove un gruppo di 13 artisti si muove velocemente e agilmente formando piramidi alte, librando nell’aria finendo anche tra il pubblico.

10 CURIOSITÀ SULLO SPETTACOLO

  • Per realizzare l’abbigliamento dell’Uomo Fisarmonica, il costumista ha trascorso un’intera settimana cucendo all’interno del costume.
  • La mano meccanica pesa 340 kg e misura in metri 4,5 x 2.
  • 100 sono stati i costumi creati per vestire il cast.
  • 426 sono gli oggetti di scena nello spettacolo, la più grande quantità rispetto a qualsiasi altra produzione nella storia del Cirque du Soleil.
  • 86 camion trasportano quasi 2.000 tonnellate di attrezzature.
  • I 122 membri del tour provengono da 27 paesi diversi. Alcuni sono in tournée con il Cirque du Soleil da più di 15 anni.
  • 3 artisti, quando il tempo lo permette, salgono sul tendone e salutano gli ospiti dall’alto suonando musica e recitando. Questa è la prima volta che il Cirque du Soleil presenta una performance di benvenuto in cima al tendone prima dell’inizio dello spettacolo. Gli ospiti hanno così un assaggio dell’esperienza KURIOS non appena entrano nello chapiteau.
  • 250 ore circa ha impiegato il team di produttori di oggetti di scena per costruire la pancia rotonda di sig. Microcosmos.
  • Tutti gli artisti sono responsabili del proprio trucco ad ogni spettacolo, operazione che può richiedere da 40 minuti a 2 ore.

Si ringraziano i partner italiani Show Bees e Vivo Concerti

More from Raffaella Toffi
Grease è sempre Grease!
Dal 1997 il musical di Jim Jacobs e Warren Casey, prodotto da...
Read More
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments