Qua siamo sopravvissute, il sequel tragicomico

Al Teatro Porta Portese di Roma l'attesissimo sequel di Qua Siamo! ...Sopravvissute intriga e diverte
Qua siamo… sopravvissute – il sequel
Roma, Teatro Porta Portese
sabato 11 febbraio 2023
Di: Flavia Di Domenico e Marina Vitolo
Con: Flavia Di Domenico, Marina Vitolo e Francesca La Scala
Regia: Francesca La Scala

Intro: Sopravvissute all’incidente avvenuto per il crollo nel teatro dove si erano rifugiate, le due attrici Anna e Regina, sotto contratto capestro dell’agente Maya, sono costrette a partecipare a talk show, pubblicità tristissime, reality e interviste di gossip, nella speranza di poter raggiungere l’agognata notorietà che gli permetterà di avere scritture teatrali, con tournée nazionali e internazionali.

Una commedia esilarante, a tratti trash, con interpreti irresistibili ed uno sguardo ironico al mondo della Tv; Qua siamo.. sopravvissute – il sequel porta in scena, a poco più di un anno di distanza dal primo Qua siamo! le attrici Anna e Regina ritrovate tra le macerie di un teatro: sopravvisute al crollo, sopravvivranno alla vita?

foto di Riccardo Massaro

In quella che potremmo quasi definire una operazione di metateatro paradossale, la talentuosa regista e poliedrica attrice Francesca La Scala (che qui interpreta la sfuggente Maya, subdola agente dello spettacolo) porta alla luce il ‘dietro le quinte’: dipinge con ironia pungente la vita quotidiana di un attore che cerca di ‘sbarcare il lunario’ ed allo stesso tempo le insidie nascoste di questo mestiere, dalla necessità dell’apparire allo sfruttamento da parte di agenzie truffaldine.

foto di Riccardo Massaro

Una volta salvate, Anna e Regina (interpretate dalle bravissime Flavia Di Domenico e Marina Vitolo) sono diventate un caso mediatico, che la terribile Maya sfrutta senza pietà; le tiene sotto scacco con l’inganno e con la promessa di dar loro quella notorietà cui anelano, segregandole in una camera d’albergo e costringendole a partecipare a talk show e pubblicità di pasta per dentiere, in nome del Dio Denaro. Ma il diavolo fa le pentole, non i coperchi: e il Caso, o forse il Destino, rimetterà le vite delle due protagoniste sul giusto binario, ricordando loro successi passati insieme a pezzi di teatro classico, e svelando infine il piano machiavellico dell’infingarda Maya. Tutto è bene quel che finisce bene? Forse no; le avventure di Anna e Regina continuano… e si spera in un esotico sequel del sequel.

foto di Riccardo Massaro

Una nota speciale va poi fatta alla geniale ed irresistibile trovata registica del talk show: sul palco, una vera televisione trasmette in finta diretta una sorta di Maurizio Costanzo Show dalle sfumature squisitamente kitsch, condotto da un impeccabile ed incontenibile Pierre Bresolin in splendida forma (e parrucca nera alla Ruggero dei Timidi), assolutamente ammaliante per il pubblico in studio nel piccolo schermo e per quello in sala. Metateatro e metacinema si mescolano, si incontrano e si scontrano sul palco del Teatro Porta Portese; ma il vincitore è solo uno, anzi una: l’Arte.

Michela Aloisi

More from Redazione Sul Palco
Trieste Science plus Fiction Festival 2020
Il meglio della Fantascienza da Trieste al salotto di casa
Read More
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments