Sabato 10 febbraio nuovo appuntamento al Quirino con Elio Crifò

Dopo L’arcano mondo dei Tarocchi è di scena lo “Spaceclearing”, ospite Lucia Larese

Siamo ormai abituati a iniziare questi nostri resoconti come è solito fare in TV quel “genio” (ci si augura che l’accento ironico, qui, venga colto subito) di Gigi Marzullo; ovvero “sempre sottovoce, un modo per capire, per capirsi e forse anche per capirci, quando un giorno vista l’ora è appena finito e un nuovo giorno è appena iniziato”.
Traducendo la nostra boutade, così apertamente goliardica, in qualcosa di immediatamente comprensibile a tutti, abbiamo preso l’abitudine di presentare la nuova edizione di Incontri ravvicinati di un altro tipo, format creato l’anno prima da Elio Crifò in collaborazione con le Edizioni Mediterranee e i suoi magnifici autori, giocando su un analogo “rito di passaggio”. Ricordando cioè in breve il tema e lo svolgimento del precedente incontro. Per poi lanciare il nuovo aperitivo teatral-culturale in programma.

Ci siamo quindi lasciati alle spalle l’appuntamento, senz’altro tra i più attesi, andato in scena il 27 gennaio scorso, ovvero L’arcano mondo dei Tarocchi. Ciò con cui ci siamo rapportati al Bistrot del Teatro Quirino ha rispettato e forse superato le aspettative. Vi è stata innanzitutto da ammirare l’arguzia e l’ironia dell’anfitrione Elio Crifò nell’introdurre l’argomento, fintamente sminuito con gli occhi della società “scientista” (e quindi profondamente ignorante) di oggi, per tracciare poi invece una vibrante ricognizione dei significati profondi e della stessa origine di quest’Arte così antica, che sfida il tempo trovando riscontri importanti persino nella così asettica, per certi versi scontata “modernità”.
Dopo il suo intervento “teatralizzato”, gli stessi argomenti sono stati ripresi in modo più organico, come d’abitudine, dall’esperto convocato per l’occasione. Ossia il Presidente ass. Tarologi italiani, Carlo Bozzelli, che è partito in quarta coinvolgendo il pubblico non soltanto con la sua lunga esperienza nel campo, ma anche con una capacità affabulatoria in grado di rendere quasi tangibile l’anima di quelle carte, la loro Storia plurisecolare, il loro intenso legame col pensiero e con l’agire degli uomini. In modo da soffermarsi poi, con testimonianze assai interessanti, sulla valenza di alcuni degli Arcani maggiori, che hanno fatto pure la loro regale comparsa in scena sotto forma di Tarocchi formato gigante. E non è quindi un caso, a nostro avviso, che proprio durante questo incontro siano venute anche dal pubblico le sollecitazioni e le domande più stimolanti…

Lanciamoci però adesso, un po’ “marzullescamente”, in quel “nuovo giorno” cui si alludeva scherzosamente all’inizio. E la tagline del prossimo appuntamento possiamo rubarla sfacciatamente allo stesso Crifò, che sui social lo ha voluto introdurre così: “Se sei pieno di relazioni vecchie, morte, inutili… non hai spazio da dare a quelle nuove“. Sabato 10 febbraio, sempre alle 17:30, sempre al Bistrot del Teatro Quirino, si terrà pertanto con l’autrice Lucia Larese il terzo dei 6 aperitivi teatral culturali in programma, quello sullo SPACECLEARING, sul mettere ordine in casa per poi metterlo nelle vite.
Oggi, in un’era iper-tecnologica dove si sente parlare fin troppo meccanicisticamente di “domotica”, allorché si vorrebbe rapportare tutto a forme di progresso scientifico delle quali non si ha sempre il pieno controllo, ben venga un punto di vista differente in cui ci auspichiamo di cogliere ancora una volta più radicate prospettive umanistiche. Vi invitiamo perciò a seguire con la nostra stessa curiosità l’incontro ribattezzato Ordine in casa, spazio alle emozioni – Lo spaceclearing, con Elio Crifò e Lucia Larese.

Written By
More from Stefano Coccia
Mutaforma_Fase 2_Giornata Mondiale Biodiversità
21 maggio 2020 ore 20.00 performance in streaming e diretta Fb
Read More
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments