Recensione del film Flaminia

un film che fa ridere, riflettere e piangere

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è flaminia.jpg

Titolo originale: Flaminia
Regia: Michela Giraud
Cast: Antonello Fassari, Michela Giraud, Catherine Bertoni de Laet, Ed Hendrik, Rita Abela
Durata: 01:38
Anno: 2024

“Flaminia” il film diretto e interpretato da Michela Giraud è in proiezione in questi giorni in tutte le sale cinematografiche italiane. Michela Giraud, nota standup comedian e attrice, esordisce alla regia con un lungometraggio che sin dalle prime scene capta l’attenzione dello spettatore, facendolo divertire con dialoghi infarciti di battute sarcastiche tipiche della standup; lo scorrere fluido e volutamente rassicurante delle scene iniziali lascia ben presto posto ad un colpo, che, come un pugno (ndr punch line per gli appassionati di standup) colpisce lo spettatore posto di fronte alla dura realtà della sofferenza di una sorella, Ludovica, con disturbi dello spettro autistico che “piomba” improvvisamente in una famiglia borghese di Roma Nord, stravolgendo la routine fatta di apparenza, ipocrisia e falsità. Ludovica è “il grillo parlante” è colei che ci scaraventa faccia a faccia con il pregiudizio, con  la non accettazione dell’altro se ritenuto diverso da noi ma ci fa riflettere anche sull’enorme peso che grava esclusivamente sulle spalle delle famiglie di questi ragazzi e ragazze; sull’inefficienza delle strutture sanitarie e sui maltrattamenti posti in essere da alcuni operatori infedeli. Il consiglio della redazione è quello di andare immediatamente al cinema ad emozionarvi con “Flaminia”.

Ivan Natali

More from Redazione Sul Palco
LE CREAZIONI DI BIANCA GERVASIO
Presentate ad Altaroma 2019
Read More
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments