“Paura”: di nuovo in scena a Roma l’esilarante spettacolo di Annalisa Aglioti

Con la regia di Michela Andreozzi, il 26 luglio alle 21.30 ai Giardini della Filarmonica la poliedrica Annalisa Aglioti farà ridere e riflettere sulle paure umane

Dopo il successo riscosso al Teatro Eduardo De Filippo a Officina Pasolini, torna in scena “Paura” con i personaggi più amati del repertorio comico di Annalisa Aglioti, dalla “Moglie Modello” seguitissima in tante trasmissioni televisive alla “Zia Pinella” che fa furore anche in internet. Ai Giardini della Filarmonica, nell’ambito della XXIX edizione del Festival romano “I Solisti del Teatro”, lo spettacolo si avvale della regia di Michela Andreozzi, delle musiche di Alessandro Greggia e delle scenografie di Cristiano Cascella.
Monologhi da stand-up comedian e coinvolgimento del pubblico per raccontare le tante paure delle donne contemporanee: del giudizio, degli stereotipi, della solitudine, delle relazioni, della morte, della maternità e della non maternità. “Diceva John Lennon che esistono due forze motivanti fondamentali nell’uomo: la paura e l’amore. Figuriamoci per la donna in un pianeta a misura di maschi. Ma è poi necessario superare proprio tutte le nostre paure? Da dove viene questo mito dell’invincibilità e l’imperativo di dover abbattere a tutti i costi i propri limiti?” è il provocatorio interrogativo di Annalisa Aglioti.

L’intensa sinergia con la regista Michela Andreozzi dà forza a questa rappresentazione, che pone al centro la figura femminile in lotta con antichi e nuovi pregiudizi, in un mondo sempre più giudicante e performativo. “La paura è un’amica che non ci abbandona mai” dice la regista, “Ciascuno ha la sua, che gli somiglia come una goccia d’acqua. Annalisa, autrice e attrice comica acuta, tagliente ma sempre gentile, desiderava raccontare la paura attraverso gli occhi dei suoi personaggi, che poi siamo tutti noi: la moglie modello, la gattara, la neo-mamma, la zia crudele, l’eterna indecisa. Il mio compito, stringerle tutte insieme in una commedia dai mille volti per parlare delle paure di oggi, soprattutto quella che ci unisce tutti: quella di essere ciò che siamo”.

Annalisa Aglioti è attrice e comica. Con il suo personaggio della “moglie modello” ha vinto diversi premi fra cui il premio della critica al Festival Nazionale del Cabaret in Rosa (Torino). Più volte ospite della trasmissione Ottovolante (Rai, Radio 2), dell’edizione 2010 e 2011 di Zelig Off e della trasmissione Bambine cattive di Comedy Central (Sky). È nel cast fisso dell’edizione 2012 e 2013 di Colorado Cafè. Autrice del libro Enciclopedia della moglie modello, edizioni Lindau 2014, anno in cui ritorna a Colorado per vincere il Cactus d’oro per il miglior bacio comico. A teatro è diretta, tra gli altri, da Cesare Ronconi (Teatro della Valdoca), Pina Bausch, Antonello Aglioti, Marco Simeoli, Marco Falaguasta e Pascal La Delfa. Al cinema lavora con Massimiliano Bruno (Confusi e felici, Non ci resta che il crimine, la serie), Andrea Muzzi e Riccardo Paoletti (Basta poco, All’alba perderò) e Michela Andreozzi (Nove lune e mezza). È nel cast principale di Immaturi la serie per la regia di Rolando Ravello. È attrice e coreografa del Sogno di una notte di mezza estate per la regia di Massimiliano Bruno. Interpreta l’insegnante nel cortometraggio La città oltre il tunnel di Lucilla Colonna.

More from Redazione Sul Palco
ALLA SCOPERTA DI ROBERTO SCAVO
Grazie a L.P. Music Publishing
Read More
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments