FRANCESCO CHI? ah si, quello di Puppeapera…

storie metropolitane romane

Hai visto chi è morto ieri? si, Silvio…no macché Berlusconi, si, vabbè, è morto pure lui, ma mi stavo riferendo a Francesco Nuti. Francesco chiiiiiii??? ah si quello di “puppe a pera”. Potrebbe sembrare uno sketch comico o un racconto surreale, invece, è successo realmente a Roma in un vagone della metropolitana due donne, una sulla cinquantina, forse una mamma, e l’altra sulla ventina. La giovane donna non sapeva chi fosse il geniale Francesco Nuti e solo dopo aver ricevuto alcuni aiuti dalla presunta madre è riuscita a ricordare il ritornello della canzoncina cantata proprio da Francesco nel mitico film del 1982 “Madonna che silenzio c’è stasera”. Dopo aver udito questa conversazione la mia mente si è ingolfata di pensieri, di incredule riflessioni, insomma il cervello si è ingrovigliato. Il primo pensiero che mi è venuto alla mente è stato “vabbè certo che tu lo sai, hai 53 anni e hai visto tutti i film di Francesco” e, poi, subito un altro pensiero ” la ragazza è giovane che ne sa di un attore scomparso dalle scene da oltre vent’anni”. La mente, lo sappiamo, tende a razionalizzare ciò che razionale non è in quanto essendo un calcolatore non può contemplare ciò che non è logico e l’illogicità dell’affermazione della giovane ragazza ha dei colpevoli, ovvero, tutti coloro che hanno il compito di promuovere, sostenere e mantenere la cultura nel nostro paese. La deriva è già iniziata e tra qualche anno i nostri ragazzi non sapranno più chi sia stato Fellini, Pasolini, Petrolini (già non lo sanno), Trilussa e tanti altri illustri nomi che hanno contribuito a rendere grande il nostro paese nel mondo e che hanno illuminato, consolato e fatto sperare generazioni di giovani.

Ivan Natali

Tags from the story
More from Redazione Sul Palco
LA VOCE DEL FUOCO A VELLETRI
La poesia di Flaminia Colella alla Casa delle Letterature e della Musica
Read More
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments