Quando la poesia incontra il jazz

Al Teatro Elettra le poesie inedite di Antonella Antonelli in uno spettacolo originale, intenso ed ironico

Poesia & Jazz

“Quando l’Amore Sfinisce”

Roma, Teatro Elettra, 10 luglio 2023

Poesie inedite di Antonella Antonelli

Regia Massimiliano Milesi

Con Antonella Antonelli (Voce Recitante), Massimiliano Milesi (Contrabbasso), Fabio Di Valentino (Batteria)

Un intreccio armonico tra poesia, teatro e musica jazz per uno spettacolo intenso e divertente quello creato da Antonella Antonelli con i fidati Massimiliano Milesi e Fabio Di Valentino; la Antonelli, attrice, acting coach, regista, autrice teatrale, mette qui in scena se stessa, donna ironica e profonda, donando allo spettatore la sua anima.

Uno spettacolo lungo eppure concentrato, denso ma vivace, in cui la recitazione e la musica si intervallano, si spalleggiano, si intessono a ordire una trama vivida e multicolore; le parole diventano musica e le note acquisiscono favella, in un unicum inscindibile, toccante ed ironico al tempo stesso.

Legge, la Antonelli; legge tutte le poesie (una cinquantina, più o meno) che Antonella ha scritto, compresa nel suo ruolo di attrice recitante ma con il sentimento di chi racconta una creatura propria, nata dal compromesso necessario tra cuore e cervello, tra anima ed intelligenza creativa. In sottofondo, un tappeto di note steso da Milesi al contrabbasso e Di Valentino alla batteria, a sottolineare ogni intercalare d’anima, ogni sobbalzo del cuore, fino ad esplodere in un tripudio jazz (con la base registrata di un sassofono brioso e toccante) ad intervalli fissi, che permettono alla Antonelli di riprendere fiato un istante ed allo spettatore di far sedimentare poesie ed ironia appena udite.

Poesia & Jazz, ovvero Quando l’Amore Sfinisce: e sfinisce spesso, per differenze di vedute, per stupide incomprensioni, per la mancanza di pazienza che contraddistingue la nostra generazione, sempre di corsa e ad inseguire la materialità dimenticando la forza dell’immateriale sentimento che fa vibrare il cuore. Ma Antonella non mette rabbia o recriminazioni nei suoi scritti, tutt’altro; le sue sono poesie colme di sagace ironia, che strappano sovente un sorriso e finanche sonori accessi di risate divertite, rendendo quella che è sicuramente una operazione ambiziosa, e di non facile fruibilità ad un pubblico privo di interesse per la poesia, un successo ad ampio raggio, capace di coinvolgere chi l’Arte la vive quotidianamente e chi la ricerca solo come momento di evasione, chi ama la Poesia e la libertà del Jazz ma anche chi non lo fa, chi vuole emozionarsi e chi vorrebbe solo ridere per strapparsi dalle angustie della propria vita.

Un plauso quindi ad Antonella Antonelli ed i suoi sodali, Massimiliano Milesi e Fabio Di Valentino, per aver creato uno spettacolo denso di significato eppure frizzante, dove le note e le parole si intrecciano, si intersecano per poi prendere strade diverse ed incontrarsi ancora, nel viaggio infinito dell’anima e dei sentimenti.

Michela Aloisi

More from Redazione Sul Palco
Nevermind
Una commedia grottesca e surreale
Read More
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments