STELLA DI RICCARDO LIGNELLI

Applaudito al Piccolo Teatro San Pio

RICCARDO LIGNELLI – STELLA

Regia Riccardo Lignelli

Con Vittorio Aliotta, Valeria Sciunnach, Lisa Giovannini, Davide Giacinti, Ludovica Pimpinella

Piccolo Teatro San Pio, Roma, dal 13 al 15 ottobre 2023

 

Stella, spettacolo teatrale diretto e scritto da Riccardo Lignelli, è un ossimoro in scena: tra la reclusione volontaria e  claustrofobica di una ragazza e le conseguenze sui suoi genitori, e la vivacità e irrequietezza registica nel rimbalzare da una situazione all’altra, dentro la stanza e fuori, con una dinamicità sorprendente.

Se da una parte troviamo infatti un mondo quasi onirico, dove una ragazza pur di non dover confrontarsi con una società pressante si rifugia nella sua stanza e fa di un orsacchiotto il suo migliore amico, dall’altra una coppia già con diversi problemi, deve far fronte a una figlia che piano piano si sotterra, trascinandosi a fondo anche il rapporto tra i due.

In questo doloroso e frenetico vortice, capiamo le ragioni dei tre personaggi nel vivere reclusi. La tematica della chiusura volontaria, o Hikikomori, dal Giapponese, paese dove questa sindrome è stata per la prima volta studiata, contagia tutti i protagonisti di questo spettacolo:

Dalla protagonista, Stella appunto, chiusa per scelta per impermeabilizzarsi al veleno di una società tossica e iper performante, al padre, medico che vorrebbe avere una figlia a sua immagine e somiglianza, chiuso nella sua vita che anela alla perfezione ma che vede sfuggirsi per cercare di trovare la giusta “medicina” per sua figlia, alla madre che assurge al ruolo di antagonista, chiusa in un rapporto logoro, in cui vede il marito perdersi sempre più pur di cercare di far riemergere sua figlia, affondando con essa.

E’ proprio in questo tourbillon di relazioni che emerge il personaggio dell’orsetto Giotto, messo in scena da un attore che ne evidenzia ed esalta le caratteristiche di dolcezza e protezione nei confronti della sua padrona, sempre bisognosa di affetto e rassicurazioni, un compagno di giochi che altalena divertenti siparietti a veri e propri dialoghi motivazionali.

C’è la tematica della libertà, della famiglia, della società come mostro che pretende, ma sopratutto emerge la qualità primaria di uno spettacolo consigliatissimo: l’intimità di ogni personaggio che ogni attore disvela lentamente, delicatamente, fino ad arrivare al cuore di ogni spettatore.

Giancarlo Marmitta

More from Redazione Sul Palco
LA BURLESQUE TERAPIA DI CRISTIANA DE GIGLIO
Milena Bisacco è la prima di una serie di testimonianze
Read More
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments